Come riconoscere un buon caffè

Come si stabilisce la qualità di un caffè? Tutto dipende dal procedimento, scopri di più

Un caffè per essere di qualità deve rispettare determinate procedure che in molti ignorano, quando ne gustano uno. Nel bere questa bevanda possiamo solo dire se ci ha convinti o meno, ma non sappiamo spiegarne il perché. Innanzitutto, c’è da specificare che esistono 60 tipologie di caffè ma di queste solo 4 hanno invaso il mondo del mercato. Stiamo parlando della Robusta, Excelsa, Arabica e Liberica.

Le caratteristiche del caffè sono dettate anche dalla sua provenienza. Questi è prodotto infatti in tanti paesi, ma le fonti principali sono Africa, Asia e America Latina. Altro fattore che ne determina la qualità è la tipologia di raccolta. Lo Stripping prevede che le piante siano sradicate con forza, senza alcun controllo relativo al grado di maturazione. Col Picking accade, invece, che vengono raccolti i singoli chicchi, dalle varie piantagioni, solo se giunti alla giusta maturazione.

Lavorazione

Il Picking è più lento e costoso, come metodo di raccolta, ma garantisce una qualità maggiore. Per quanto riguarda la lavorazione si parla di due tipologie. La prima è detta a secco, mentre la seconda è quella a bagno. In quest’ultimo caso, il caffè viene buttato in enormi vasche piene d’acqua. Questo procedimento è riservato ai chicchi di caffè raccolti tramite Stripping. Questi nell’acqua, durante il processo di fermentazione, si staccano dalla polpa. Quando ciò accade vengono messi ad asciugare al sole.

Se estratti invece col Picking i chicchi vengono lavorati a secco. Questo metodo è detto anche al naturale. In questo caso i chicchi vengono direttamente esposti ai raggi solari. La fase più importante rimane comunque la tostatura. Con questo processo i chicchi più grandi vengono trasformati in grani. L’alta temperatura li rende più voluminosi, leggeri e scuri.

La tostatura

Per tostare il caffè esiste il metodo tradizionale e quello industriale. Il primo detto a tamburo rotante permette di far esaltare sapore ed aroma del caffè. E se tutte queste informazioni non bastassero a farci capire quando un caffè è di qualità, bisogna allora far riferimento agli esperti del CSC.

Il Caffè Speciali Certificati ha a suo servizio degli esperti che hanno il preciso compito di stabilire quale caffè  sia di tipologia gourmet, ossia alta qualità e quale invece non lo sia.

 

TAG:

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti