Tech

Come scegliere una ip camera per la sicurezza di casa e bambini

IP camera, un valido sistema di sicurezza che permette di sapere in tempo reale ciò che accade a casa con una connessione internet

Fonte: flickr

IP camera: che cos’è? È una telecamera di video sorveglianza che può essere controllata quando si è fuori casa grazie al collegamento con Internet. Si tratta di un valido sistema di sicurezza che funziona facilmente attraverso l’utilizzo di app che permette di controllare la situazione in ogni luogo in cui ci si trovi. Scegliere un’IP camera è un’operazione che deve essere effettuata dopo aver valutato diversi fattori, sia tecnici che economici. Sul mercato oggi, infatti, ne esistono di tantissime tipologie: dalle più semplici alle più complesse, ognuna caratterizzata da diverse funzioni e, naturalmente, da diversi prezzi.

Conoscere la tecnologia che sta alla base di una IP camera vi permetterà di scegliere quella più adatta alle vostre esigenze e alle vostre necessità. La maggior parte delle IP camera sono collegate via wireless alla rete di casa e a Internet e non hanno bisogno di cavi. Ne esistono alcune, però, (le PoE, Power over Ethernet) che, con un unico cavo, ricevono l’alimentazione e si collegano alla rete. Altro aspetto da valutare è il posizionamento della telecamera: volete monitorare l’interno o l’esterno dell’edificio? Nel secondo caso dovrete scegliere un modello specifico in grado di resistere al maltempo. Grazie alla tecnologia avrete così la possibilità di essere informati tutti i giorni su quanto accade a casa vostra anche se siete all’estero.

Nell’ampio panorama delle telecamere di videosorveglianza un’altra importante differenza è tra quelle statiche o quelle robotizzate. Se l’area da sorvegliare è ridotta è sufficiente una telecamera con un’inquadratura fissa, altrimenti, se la zona da inquadrate è ampia, è preferibile una camera robotizzata che può essere comandata anche a distanza. Le telecamere devono poter registrare ciò che riprendono: possono farlo direttamente sul PC, oppure sulle card SD (quelle utilizzate anche per le macchine fotografiche) o su sistemi come i NAS. Altro aspetto importantissimo è la qualità dell’immagine che viene riprodotta. I modelli base garantiscono una risoluzione a 640 x480 pixel, ma in commercio ci sono anche videocamere in grado di fornire risoluzioni in HD.

Infine scegliete un’IP camera con audio bidirezionale che vi permette di ascoltare tutto quello che accade nell’area monitorata. Una telecamera di sorveglianza può servire anche a controllare lo stato dei vostri bambini: soprattutto per i neonati che passano molto tempo in culla esistono sistemi che vi avvertono ogni volta che il piccolo piange o si muove. La scelta di una telecamera vi permetterà una maggiore tranquillità, e la piena consapevolezza di sapere ciò che accade nel luogo che volete sorvegliare.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati