Tech

Come scegliere una stampante laser, guida all'acquisto

La stampante laser è un ottimo strumento di lavoro per la casa e l'ufficio. Ecco una guida pratica per scegliere quella più adatta alle vostre esigenze

Fonte: Pixabay

La stampante laser, apparecchiatura tradizionalmente utilizzata negli uffici, sta facendo il suo ingresso nel corso degli ultimi anni anche negli ambienti domestici. Oggi, infatti, il mercato è in grado di offrire un numero sempre maggiore di modelli a costi più ridotti rispetto ad un tempo. Data la vasta gamma di offerta, occorre considerare attentamente quali bisogni dovrà soddisfare la nuova stampante al fine di compiere la scelta di acquisto più corretta.

Per prima cosa bisogna considerare la tipologia di documenti che si intende stampare abitualmente: per file di testo come libri non illustrati, documenti fiscali e legali o comunicazioni ci si può accontentare di una stampante laser monocromatica (bianco e nero) che offra stampe di media qualità; se invece si vuole utilizzare l’apparecchio per riprodurre su carta le fotografie, i disegni, i grafici e le brochure illustrate, allora meglio puntare su una stampante laser a colori ad alta risoluzione.

Altra caratteristica fondamentale è la velocità di stampa, che dipende dalla capacità della memoria RAM installata nella stampante e si misura in pagine per minuto (ppm). In generale una stampante laser riesce a stampare in media 27 ppm. Se si stampano di frequente fascicoli voluminosi, questo è senz’altro un parametro da tenere in considerazione. Per un utilizzo casalingo, invece, tale dettaglio può essere messo in secondo piano per optare per una soluzione più economica.

Una stampante laser multifunzione o All-in-One si differenzia da una standard perché offre le funzioni aggiuntive di fotocopiatrice, scanner e fax -molto utili in ambito professionale- e dispone spesso di meccanismi automatici di fronte/retro e di caricamento dei fogli (Automatic Document Feeder, ADF), accorgimenti importanti che velocizzano ulteriormente il processo di stampa e scansione, evitando all’utente di caricare i fogli manualmente.

Infine, specie in ambito domestico, è utile considerare anche le dimensioni e il peso della stampante, la rumorosità, il consumo energetico -ossia l’assorbimento in watt- e per limitare quest’ultimo, la presenza della funzione di standby. Inoltre è consigliabile scegliere un apparecchio che permetta di sfruttare la connettività wireless, collegando la stampante laser al computer senza l’utilizzo di cavi. Questa tecnologia consente di stampare con un tocco fotografie e documenti direttamente dal proprio smartphone o tablet, tramite servizi di cloud printing.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati