Lifestyle

Cucine ad angolo: cosa occorre sapere per scegliere la migliore

Le cucine ad angolo permettono di sfruttare lo spazio, ma attenzione a collocare gli elementi al posto giusto! Ecco come individuare la soluzione migliore

Fonte: flickr

L’utilizzo di cucine ad angolo è, in molti casi, una scelta obbligata. Tuttavia, questa soluzione presenta anche numerosi vantaggi. Ecco come collocare nel modo migliore i pensili ed individuare gli accessori giusti! Questo tipo di cucine sono sempre caratterizzate da mobili che concorrono a formare l’angolo. Ma la domanda che tutti si pongono è: cosa collocare in quel punto? Esistono diverse strategie tra cui scegliere in base all’effetto desiderato. In linea generale, la maggior parte dei designer d’interni, consiglia di collocare il piano cottura ed il lavello in una zona dritta.

Ciò dipende anche dal tipo di elettrodomestici che si intende utilizzare. Poiché, di norma, il piano cottura ed il forno sono alimentati a gas, la soluzione più economica è porli nello stesso mobile. Usando l’alimentazione elettrica, invece, ha molto più senso collocarli separatamente. Alcune cucine sono dotate di un piano cottura angolare, che rende facilmente accessibili tutti i fornelli. Questo permette di sfruttare la maggiore profondità del top, che rimarrebbe altrimenti poco utilizzata. Un’altra idea è usare l’angolo per porvi un pensile.

Poiché aprire un cassetto o un’anta in questa posizione sarebbe difficoltoso, è meglio orientarsi su accessori studiati per cucine angolari. La soluzione più interessante è l’uso di ripiani collegati all’antello tramite appositi meccanismi. Essi permettono la completa fuoriuscita di tutto ciò che si trova all’interno quando si apre l’anta. In alternativa, esistono i ripiani fissi di forma rotonda, dotati di meccanismo girevole. Nelle cucine ad angolo, è bene prediligere ante con apertura totale o a libro, per ottimizzare lo spazio e rendere facilmente accessibile l’interno degli armadietti.

Infine, è possibile scegliere un lavello angolare. Questa è la soluzione meno consigliata, poiché l’angolo potrebbe agevolare l’infiltrazione dell’acqua dietro i mobili della cucina. Per evitare il problema, è meglio dotare questo tipo di cucine ad angolo di un top non soggetto a rigonfiamenti dati dall’usura. L’acciaio e le pietre naturali, sono i materiali più indicati. A questo punto, anche lo scolapiatti dovrebbe essere angolare, ma data la poca praticità, solitamente si opta per un modello lineare che si colloca su un solo lato.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati