Imperdibili

Cucine moderne: guida ai migliori prezzi di mercato

Fra gli ambienti più vissuti della casa la cucina rappresenta una degli acquisti più difficili da fare, soprattutto se il budget è limitato. Non disperate però, la soluzione c'è

Quali sono le caratteristiche che deve avere una cucina moderna? Quali sono gli elementi da tenere in considerazione? È possibile parlare di prezzi? Andando con ordine, sul mercato è risaputo, c’è una vasta scelta di cucine moderne, tutte personalizzabili e componibili secondo i propri gusti e secondo la disposizione delle proprie abitazioni.

Alle cucine è inoltre possibile abbinare diversi materiali ed elementi, come ante, maniglie e penisole. È possibile scegliere una cucina moderna anche risparmiando, magari informandosi prima sul tipo di legno – in genere quello più usato è legno massello posizionato nei telai, con uno spessore medio di 24 mm.

Molte cucine, poi, si ampliano diventando zona living, facendo in modo di prolungare i pensili e le librerie e coniugando questi elementi dividendo gli spazi e mescolandoli con stile.

Prezzi accessibili

Sono prezzi accessibili quelli dedicati ai marchi di medio mercato. Ovviamente il consiglio è quello di stare bene attenti ai materiali utilizzati, se infatti non si vuole necessariamente optare per il legno massello, si deve fare attenzione che le ante e quant’altro non siano invece di mero compensato, pena la scarsa durata della cucina stessa.

Dipende anche dalla grandezza dell’ambiente in cui è inserita. Certo, per un piccolo monolocale magari spendere 2.000 euro di cucina sembra un’esagerazione, tuttavia si tratta di una zona della casa che è difficile cambiare in seguito o rimodernare e che è utilizzata ogni giorno, magari più volte al giorno. Ecco perché è importante scegliere materiali adatti.

Prezzi bassi

I prezzi bassi, invece, sono quelli offerti dalle grandi catene come Ikea o Mondo convenienza. Queste offrono anche un servizio di montaggio a domicilio, che tuttavia va a maggiorare il prezzo. Certamente raramente vediamo il legno massello appena citato come protagonista dell’ambiente, ma al suo posto materie prime più economiche e meno di pregio.

Le cucine cosiddette economiche fanno parte anch’esse di quest’ultimo range di prezzi. Si può comprare una base a partire da soli 800 -1.000 euro, sempre a seconda delle dotazioni e delle dimensioni vere e proprie della stessa. Generalmente si tratta di cucine componibili, pochi i colori a disposizione, con finiture in legno oppure in laccato lucido. I frontali sono spessore variabile e sono dotati anche di bordo antiurto moderno in Abs.

Se partiamo da un prezzo base di 800 Euro come dicevamo poco sopra, gli elettrodomestici non sono inclusi e spesso questa scelta la compie chi ha già forno, lavastoviglie e frigorifero in dotazione, oppure ha la possibilità di acquistarli separatamente a buon prezzo.

Prezzi di fabbrica

È possibile comprare delle cucine moderne a prezzi di fabbrica? Sì, certo, nelle fabbriche all’ingrosso che sempre più spesso organizzano svendite. Quant’è il risparmio? Può essere anche notevole, se il grossista è affidabile e chiaro: l’utenza privata può infatti beneficiare di un arredamento su misura, direttamente consultando in loco l’esposizione di arredi.

Un’ottima idea per risparmiare è anche quella di acquistare l’intero arredamento della casa dallo stesso grossista, di modo che si possa cumulare lo sconto a disposizione e si possa davvero fare un affare. Sempre consigliato il consulto di un architetto o un designer qualificato.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati