Imperdibili

Curare la psoriasi con le acque del Mar Morto

Tutte le informazioni utili sui trattamenti offerti dalle cliniche mediche del Mar Nero per la psoriasi. Dalla terapia Puva che mostra incoraggianti risultati alla foto-climatoterapia

Fonte: google

La psoriasi è una malattia dermatologica facile da diagnosticare. Ma il trattamento per la psoriasi può essere a volte difficile a causa delle sue caratteristiche di malattia cronica, con moltissime variabili nella gravità delle lesioni da un paziente all’altro, così come nella frequenza e l’intensità degli attacchi riacutizzazione.

Questa malattia, caratterizzata da lesioni rosse e squamose, può riguardare una quantità variabile della superficie della pelle del corpo.

Tra i trattamenti del Mar Nero per la psoriasi, la terapia Puva mostra buoni risultati, come la foto-climatoterapia, entrambi i trattamenti sono effettuati presso le cliniche mediche del Mar Morto e del Mar Nero. Le cause della psoriasi sono ancora sconosciute.

In casi gravi, la terapia Puva è dimostrata essere un metodo terapeutico valido. Il principio di azione è semplice: le lesioni sono trattate dalla luce (radiazioni Uva), in associazione con un farmaco assunto prima del trattamento, al fine di rafforzare gli effetti della irradiazione. Questo tipo di trattamento della psoriasi è possibile anche in “modo naturale“, e senza la necessità di alcun prodotto aggiuntivo: il Mar Morto e il Mar Nero per questo sono classiche mete per i pazienti affetti da psoriasi.

Cura nel Mar Morto

E’ possibile acquistare i sali marini, ricchi di minerali, da aggiungere al vostro bagno d’acqua, ma possono davvero contribuire ad alleviare il dolore e prurito di psoriasi? “I prodotti del sale del mar Morto che si stanno vendendo così bene potrebbero apportare qualche lieve vantaggio” dice il Dottore Lebwohl, medico e presidente della Psoriasi Medical Foundation National Board, nonché docente della Mount Sinai School of Medicine della New York University.

D’altra parte, dice Lebwohl, fare un pellegrinaggio verso il Mar Morto con le relative spese per un soggiorno di almeno due settimane, non può portare ad un trattamento della psoriasi molto utile, visto il poco tempo a disposizione. “Se il periodo minimo è di due settimane, le persone che soggiornano da quattro a sei settimane ottengono un’enorme quantità di benefici“, aggiunge Lebwohl. “Ho avuto un paziente con psoriasi aggressiva che ha trovato un reale sollievo qui per la prima “.

La durata dei vantaggi di un soggiorno presso il Mar Morto varia da paziente a paziente. “Ho avuto pazienti che hanno affermato che già sull’aereo durante il viaggio di ritorno hanno sentito il ritorno della psoriasi. Altri pazienti hanno avuto invece remissioni molto lunghe”, dice Lebwohl. Alcuni pazienti ritornano al Mar Morto ogni anno.

Lebwohl e altri ricercatori credono che ci sia una combinazione di fattori che rende i trattamenti per la psoriasi presso il Mar Morto così efficaci. “La luce del Mar Morto è molto singolare. Il contenuto di minerali dell’acqua è molto particolare”, dice Lebwohl. L’evaporazione dell’aria o la foschia densa che circonda il Mar Morto contiene sali di cloruro, magnesio, sodio, potassio, calcio e bromo, che sono ben noti per i loro effetti calmanti.

Presso il Mar Morto sono presenti in concentrazioni che sono 20 volte maggiori rispetto a qualsiasi altra parte del mondo. “Quindi ci potrebbe essere anche una componente psicologica che contribuisce al successo dei trattamenti presso il Mar Morto”, dice Lebwohl.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati