D'Alessio rinviato a giudizio, ha evaso più di un milione di euro

Evasione fiscale per un milione di euro. La Procura di Roma ha chiesto il processo del cantante napoletano

Fonte: GettyImages

Evasione fiscale per un milione di euro. La Procura di Roma ha chiesto il processo del cantante napoletano Gigi D’Alessio. Secondo l’atto firmato dal pm Francesco Saverio Musolino l’artista si sarebbe reso responsabile di occultamento o distruzione di documenti contabili riconducibili a una delle società che hanno curato negli anni la sua immagine.

Nel fascicolo sono chiamate in causa anche altre quattro persone, secondo quanto previsto nell’articolo 10 della legge 74/2000, ritenute partecipi dell’operazione che avrebbe consentito alla società GGD Productions srl, quindi a D’Alessio, ritenuto “l’effettivo beneficiario economico del risparmio d’imposta”, di evadere le imposte sui redditi e sul valore aggiunto.

Secondo il pm Musolino, poi, “di tali scritture si perdeva traccia”, in modo da “non consentire o comunque ostacolare la ricostruzione del volume d’affari e dei redditi della stessa società”. Dopo l’interrogatorio davanti al magistrato, nel gennaio dello scorso anno, D’Alessio aveva affermato di aver chiarito la sua posizione.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti