0, 0, 0, 0, 0, 1, 0 trend

Damigella d'onore professionista, come guadagnare 150 euro all'ora fingendosi ospite

Tiffany Wright guadagna 150 euro l'ora lavorando come damigella d'onore sotto copertura. Vediamo in che consiste il suo lavoro

Fonte: Instagram

Tiffany Wright, 34 anni, di Londra, ha iniziato la sua carriera lavorativa come “damigella d’onore professionale” per aiutare le spose stressate. Si occupa di drammi familiari, scrive i discorsi, cerca di organizzare il tutto nei minimi particolari e organizza le feste di addio al nubilato e celibato. I suoi affari vanno a gonfie vele e si fa pagare circa 150 euro all’ora per i suoi servizi.

Tiffany afferma che le donne la chiamano per essere aiutate e ha anche lavorato sotto copertura per una sposa che aveva deciso di non avere le damigelle d’onore perchè aveva tanti amici e non voleva scegliere qualcuno a discapito dell’altro. La sposa, Julia Lynsey, 32 anni, si è sposata presso l’hotel “Lime Wood”, a Lyndhurst e ha assunto Tiffany per farle eseguire, di nascosto, varie commissioni per conto suo nel giorno del matrimonio.

Damigella sotto copertura

Il suo ruolo, quello della damigella sotto copertura, è quello di stare dietro alla sposa e di offrirle la sua disponibilità per risolvere ogni problema e inconveniente della giornata. Ha lavorato come damigella per due volte e ha già in programma molti eventi per il prossimo anno. Tiffany, che è sposata, ha affermato che: “Sono stata a 17 matrimoni in due anni e ogni volta ho notato che, in alcuni momenti, la sposa sembrava stressata e non sapeva a chi rivolgersi.”

Continua dicendo che: “Dopo aver parlato con alcune amiche che dovevano sposarsi, queste mi hanno detto che ci sono alcuni momenti in cui si ha bisogno di qualcuno che svolga delle commissioni al proprio posto, qualcuno di cui ci si possa fidare.” È stato questo il motivo principale per cui ha deciso di fondare questa società in modo da poter svolgere il lavoro “sporco” e far rilassare le spose nel loro giorno.

Testimonianze di una sposa

Julia è una delle spose che ha usufruito dell’aiuto di Tiffany e ha affermato che: “Ho un gruppo di migliori amiche abbastanza grande e decidere chi sarebbe diventata la damigella d’onore mi ha stressata abbastanza e per questo motivo ho deciso di non averne nessuna. Quando ho iniziato la pianificazione delle nozze sono andata nel panico in quanto c’era tanto da fare.”

Tiffany quindi è arrivata al momento giusto, infatti Julia dice che: “Tiffany è stata la soluzione perfetta ai problemi. Sono riuscita a farle fare tutti i lavori e di conseguenza mi sono alleggerita e ho evitato una crisi di nervi.” All’epoca Julia non ha riferito agli amici la vera identità di Tiffany e durante il matrimonio è stata un’ospite, a tutti gli effetti, ma sotto copertura.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti