Danimarca: se guidi con il casco la polizia ti abbraccia

In Danimarca i ciclisti che scelgono di indossare il casco, rispettando le regole, vengono abbracciati dalla polizia

Se guidi con il casco la polizia ti abbraccia. Accade in Danimarca, nella regione Nord Selandia, dove la polizia ha deciso di premiare i ciclisti corretti e che rispettano il codice stradale, con un abbraccio. A rivelarlo un video, pubblicato sui social, che fa parte di una campagna per sensibilizzare i ciclisti sull’uso del casco.

Nel filmato la polizia ferma le persone in bici che camminano sulla strada, abbracciando chi ha il casco. Secondo una recente ricerca dimenticarsi di indossare il casco è una della tante cattive abitudini dei ciclisti. Fra queste c’è anche quella di pedalare con le cuffie nelle orecchie mentre si ascolta musica, non riuscendo in questo modo a percepire gli altri rumori della strada (la sirena dell’ambulanza e i clacson prima di tutto). Altre mancanze di accortezza sono: l’assenza di un sistema di illuminazione che renda visibili, parcheggiare fuori dalle rastrelliere, camminare a zig zag sul marciapiede o per strada, andare in due (soprattutto con un bimbo) i bicicletta.

La Danimarca è una fra le mete più ambite del ciclo turismo. Il paese infatti conta oltre 12mila km di piste ciclabili fra tratti di strada nelle città principali e nei pesi, pendii immersi nella natura incontaminata e strade che conducono ai punti di maggiore interesse. La sua capitale, Copenaghen, nel 2015 è stata eletta città più ciclabile al mondo, seguita da Aarhus.

Sono state le stesse amministrazioni locali a volere fortemente l’esistenza di una fitta rete di piste ciclabili, per agevolare l’utilizzo della bicicletta anche quotidianamente e non solo come hobby, in tutto lo stato. Qui è nata anche un’autostrada per ciclisti, con aree di servizio attrezzate, incroci ridotti e pavimentazione adatta. Non a caso il paese è anche stato indicato come uno dei più sicuri per i turisti e a dimostrarlo ci sarebbe proprio questa campagna di sensibilizzazione per i ciclisti.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti