Imperdibili

Deadpool, l'anti-supereroe arriva sul grande schermo

Un eroe così non si era mai visto! Irriverente e dissacrante, Deadpool è il capostipite della rivoluzione Marvel

Deadpool, conosciuto anche come il “mercenario chiacchierone“, nato nel 1991 dai testi di Fabian Nicieza e dai disegni di Rob Liefeld, ha riscosso fin da subito un grandissimo successo tra il pubblico marveliano, rivelandosi un personaggio rivoluzionario grazie al suo carattere irriverente e anarchico (lo humor che lo contraddistingue è ormai un marchio di fabbrica).

Più che un supereroe, infatti, potremmo definirlo un anti-supereroe: si diverte a uccidere, è pansessuale, agisce solo per fini egoistici e non prova rispetto per niente e nessuno.

Ma chi è questo pseudo-eroe in tuta di spandex? Il suo vero nome è Wade Wilson, abilissimo mercenario a cui viene diagnosticato un tumore in fase terminale che lo costringe a entrare nel progetto governativo chiamato “Arma X” (lo stesso a cui ha aderito un giovane Wolverine, ottenendo così la sua struttura ossea in adamantio).

Gli scienziati coinvolti gli promettono un potere rigenerante talmente grande da consentirgli non solo di resistere alla malattia ma anche di diventare praticamente indistruttibile, omettendo la loro intenzione di schiavizzarlo. L’esperimento non va però come vorrebbero e Wade si trasforma nel leggendario Deadpool.

Il mercenario, alla stregua della letale She-Hulk, sa di essere un personaggio di un fumetto e questo lo porta spesso a rompere la così detta “quarta parete”, rivolgendosi direttamente al lettore con frasi a effetto, proiettandosi in altre testate o citando film e programmi tv riguardanti se stesso e gli altri protagonisti Marvel.

L’eccentrico eroe in rosso è apparso in svariati videogame Marvel e non (per esempio in “X-Men 2 – L’era di Apocalisse”, “Marvel – La grande alleanza” e “Little Big Planet 3”). In seguito a questi titoli, nel 2013, è stato creato “Deadpool”, un divertentissimo videogioco a lui totalmente dedicato. Appare anche come personaggio secondario nei disegni animati di altri supereroi (tra questi, “Insuperabili X-Men” e “The ultimate Spider-man” sono le serie più famose).

Nel 2004 fu tentata la produzione di un film su Deadpool, ma il progetto fallì, perché il produttore David S. Goyer abbandonò tale proposito. A seguito però di “X-Men le origini – Wolverine” del 2009, la Fox riprese in mano l’idea e propose l’incarico di regista a Tim Miller (reduce da “Thor-The dark world”).

Le sorti del film sono però rimaste incerte fino al 18 settembre 2014, quando la Fox ha annunciato ufficialmente la sua uscita per il 2016.
Così, dopo essere stato nel “development Hell” per dieci anni, “Deadpool” è già sbarcato nei cinema americani con tanto di record al botteghino (superiore persino a quello di Star Wars), non resta che vedere cosa succederà in quelli italiani. Il film ha ottenuto molte critiche positive, non solo per la trama in sé, ma anche per il modo insolito e ilare in cui è stato pubblicizzato.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati