Dopo la denuncia, il signor Zushi travolto dai curriculum

Travolto dai curriculum: tutti ora vogliono i posti di lavoro offerti da Cristiano Gaifa

Travolto dai curriculum: tutti ora vogliono i posti di lavoro che Cristiano Gaifa, patron della catena di ristoranti giapponesi Zushi, aveva offerto a ventenni dalle colonne del Corriere del Veneto. Ventenni che neanche si degnavano di rispondere. “Se sento ancora parlare di disoccupazione giovanile racconto gli ultimi colloqui che abbiamo fatto”, aveva scritto su Facebook, dicendo senza mezzi termini che il problema della disoccupazione giovanile è imputabile ai ragazzi che non hanno voglia di lavorare.

Ma dopo la denuncia, per Cristiano lo scenario è cambiato completamente: richieste d’interviste e, soprattutto, richieste di un posto di lavoro.

“È stata una giornata molto intensa. Ma anche molto positiva: abbiamo avuto tanti riscontri e ricevuto una montagna di curriculum da persone che cercano un lavoro in una bella azienda in espansione – ha fatto sapere Gaifa -. Ovviamente da noi sono impiegate persone di tutte le fasce di età, non solo i ventenni. E ci sono tantissimi che lavorano da noi da anni, che dopo l’assunzione hanno fatto carriera e che da noi crescono, in modo meritocratico”.

I curriculum però sono quasi esclusivamente di 40-50enni che chiedono un’altra possibilità. Da qui la polemica: perché vuole solo ventenni? Su Facebook qualcuno ha scritto “perché i giovani costano meno”. Altri hanno sottolineato come l’imprenditore non abbia scritto quanto pagherebbe per questi posti.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook

vedi tutti