Tech

Droni: in che modo potranno salvare vite umane?

Esistono, anche se non riesci a vederli. Ecco in che modo i droni potranno salvarci la vita

Fonte: flickr

Da tempo i droni solcano i cieli d’America. Hanno tutti autorizzazioni dalla FAA , l’agenzia statunitense per l’aviazione civile. Si possono scorgere per un’ ora se ci si dirige al nord di Baltimora, sulla East Coast degli Stati Uniti d’America.

Secondo i ben informati, questi mini-elicotteri possono essere molto utili agli esseri umani. Questi, da tempo, sono utilizzati in ambito militare ma tanti sostengono che un drone, tra le tante funzioni potrebbe anche salvare vite umane.
Ecco, come un drone può salvarti la vita.

Secondo l’OMS, ovvero l’Organizzazione Mondiale della Sanità, le malattie non trasmissibili, come l’infarto e il diabete, causano la morte di 38 milioni di persone in tutto il mondo.
Queste malattie, hanno bisogno di analisi continue.
Un drone, ad esempio, può trasportare campioni di sangue e di urine.
Consentirebbe quindi il continuo contatto tra pazienti in zone disagiate e poco raggiungibili e laboratori d’analisi, agevolando la diagnosi precoce e l’incorrere in stadi cronici delle malattie.
Il dottor Timothy Akulele, medico patologo padre di quest’idea, ha anche collaborato alla produzione di speciali contenitori ove riporre i campioni, in grado di assorbire le scosse e i colpi dovuti dalla pressione atmosferica.

Sono stati poi rilasciati dei speciali droni, progettati dai ricercatori della Delft Technical University, di colore giallo fluo, del tutto simili a un’ambulanza.
A bordo di essi è infatti presente un defibrillatore pronto all’uso.
Con una velocità di 100 km/h, rappresentano un validissimo soccorso in caso di un attacco di cuore improvviso, anche in luoghi dove diventa difficile un rapido intervento, magari sorvolando strade altamente trafficate o luoghi di montagna.
In crisi per un regalo dell’ultimo minuto? Una famosissima multinazionale americana ha recentemente brevettato uno speciale sistema di consegna tramite droni.

Una rivoluzione, quella dei droni, che impegnerà tutto il mondo alla regolamentazione di questo segmento del traffico aereo. In Italia, con specifico regolamento dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC) oltre ad esser stata prevista una vera e propria patente di guida, entrerà in vigore anche l’obbligo, per i piloti professionisti di stipulare un’ apposita polizza assicurativa.
Sicuramente questo settore potrebbe dimostrarsi strategico, capace di dare grandi soddisfazioni.
Che siano le migliori mosse per far crescere al meglio questo segmento?

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati