0, 0, 0, 0, 1, 0, 0 trend

Ecco come sono cambiati i prezzi delle console negli anni

Oggi gli appassionati di videogame risparmiano fino al 16% sull’acquisto della video console. A dirlo uno studio comparativo di CupoNation

A pochi giorni dall’uscita della Nintendo Switch, nuova console lanciata dalla Nintendo al prezzo di 299 dollari americani, CupoNation ha deciso di divulgare uno studio comparativo che interesserà molto gli appassionati di videogame, analizzando come sono cambiati i costi delle video console nel corso degli anni. A quanto pare infatti oggi giocare costa circa il 16% in meno rispetto a qualche anno fa al pari di una tecnologia divenuta sempre più avanzata.

cambio-prezzi-console-negli-anni
Fonte: CupoNation

L’ultima novità è la Nintendo Switch. Si tratta di una console portatile pensata per molteplici usi. Può essere utilizzata come una classica console sintonizzandola al televisore, per giocare con tutta la famiglia, oppure da sola, per continuare a giocare anche sull’autobus o in un momento di pausa. Questa nuova tecnologia ha avuto moltissimo successo: effettivamente per un giocatore è una seccatura dover interrompere una partita, meglio portarla con sé e ritornarci nei ritagli di tempo!

I prezzi delle console negli anni

Oggi la Nintendo Switch costa 299 dollari americani, negli anni 90 i prezzi erano differenti. Ad esempio nel 1995 la console Sega Saturn ne costava 628. La piattaforma per l’acquisto online tramite coupon digitali, ha confrontato i diversi costi di questa tecnologia negli ultimi 30 anni e dallo studio emerge che il prezzo medio delle console si è abbassato, 16% in meno rispetto agli anni 90.

Nel 1987 le due console di maggiore successo erano la Nes e la Sega Master System che costavano circa 420 dollari americani, mentre il costo medio delle due console più popolari al momento, la X Box One S e la PlayStation 4 Pro, è di 350 dollari. Nel 2006 la PlayStation 3 costava 578 dollari, mentre la X Box One nel 2013 era a 514 dollari. Lo studio di Cuponation in generale ha consentito di evidenziare come i produttori di console condividano le stesse politiche di prezzo, inoltre il marchio che si è mantenuto più stabile nel tempo a livello di prezzi è Nintendo.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti