0, 2, 3, 0, 2, 3, 3 trend

Ecco Jazz, la prima bambola transgender

Il prodotto verrà presentato alla fiera del giocattolo a New York il 18 febbraio

La battaglia di Jazz ha raggiunto un altro obiettivo, magari non esplicitato ma coerente con quanto la sua storia personale di tutti quelli, che affrontano la medesima esperienza della più giovane transgender dichiarata. Anche la Jennings – protagonista di un docureality “I am Jazz” , andato in onda da noi su Real Time– troverà posto tra gli scaffali di giocattoli molto presto, visto e considerato che la Tonner Doll – la casa produttrice – presenterà la prima bambola trans alla fiera del giocattolo di New York.

Un giocattolo a cui si attribuisce quella valenza sociale che hanno vestito le Fashionistas, le Barcie curvy, o le bambole disabili nate dopo la campagna Toys like us o ancora le Barbie espressione di etnie differenti o l’innovativa American Girl. Ma gli esempi potrebbero essere anche altri, più o meno riusciti, migliorabili.

Jazz, invece, è il mondo che cambia dopo di noi. Perché anche l’universo gioco si regge su fragili equilibri e perché una comunità si senta proiettata in una bambola, ci vuole il tempo giusto dell’accettazione e il favore del mercato.

A volere la bambolina trans, alta 45 centimetri e priva di attributi, è stato il fondatore di Tonner Doll, Robert Tonner: “È una eroina dei cambiamenti sociali, coraggiosa e intelligente”, ha detto alla Cbs ammettendo la completa corrispondenza all’immagine di Jazz che – per dare appena un’idea del movimento di opinione sui social – su Facebook raccoglie un pubblico pari a più di 194.000 fan.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti