0, 1, 0, 0, 0, 0, 0 trend

Ecco spiegato perché gli spagnoli mangiano tardi

Gli spagnoli sono famosi in tutto il mondo perché vanno a mangiare tardi: ecco il motivo storico che ha portato a questo cambiamento

Ormai tutti conoscono le abitudini alimentari degli abitanti della Spagna: si pranza dalle 14 in poi e si cena dopo le 21. Si tratta di orari molto diversi da quelli del resto d’Europa, ma anche da quelli dell’area mediterranea e sono in tanti a chiedersi il motivo di questa particolare decisione.

La risposta, per nulla casuale, deve essere cercata tornando indietro nel tempo e precisamente al 1940, ai tempi del celebre dittatore spagnolo Francisco Franco. All’epoca Franco decise di spostare il fuso orario della Spagna avanti di un’ora, per allinearsi alla Germania nazista e dimostrarle in questo modo la sua cieca alleanza. Tuttavia la Spagna, dal punto di vista geografico, rientra nel GMT (Greenwich Mean Time) e ha lo stesso fuso orario di paesi come Inghilterra, Portogallo e Marocco.

Quello che ha fatto Francisco Franco è stato comunque allinearla ai fusi orari dell’Europa centrale (CET) senza però che le abitudini degli spagnoli venissero mai realmente adeguate a questo cambiamento. Per questo motivo, qualunque cosa facessero, finiva per avvenire un’ora avanti rispetto al fuso orario normale. In sostanza il popolo spagnolo ha continuato a mangiare e a svolgere le proprie attività quotidiane negli orari consueti, ma a causa del cambio dell’ora il loro pranzo delle 13 è stato spostato alle 14 e la cena delle 20 è diventata quella delle 21.

Nonostante siano passati molti anni dalla bizzarra decisione di Franco, il fuso orario non è cambiato e non è mai stato ripristinato quello originario: quindi gli orari degli spagnoli continuano ad essere quelli di un tempo ed è questo il motivo per cui a tutti sembra che loro mangino tardi. Ma l’aneddoto non finisce qui: un’altra conseguenza di questo cambio infatti è che in estate il sole tramonta dopo le 22 e le ore di luce sono molte. Al cambio di fuso orario vengono perciò aggiunte altre motivazioni che contribuiscono a mantenere salda l’abitudine di mangiare tardi in Spagna, come gli orari di lavoro e di apertura dei negozi e gli eventi culturali. Nessun cittadino del posto e ormai nemmeno i turisti potrebbero abituarsi all’idea di cenare alle 19.30 in una piazza di Madrid o Barcellona: impossibile ormai resistere al fascino dei ritmi spagnoli!

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti