Tech

Elon Musk vuole creare i robot per le faccende domestiche

Sarà possibile vedere dei robot casalinghi che fanno le faccende domestiche al posto nostro così da farci risparmiare tempo? A quanto pare la risposta è si, scopriamoli insieme

Fonte: Creative commons (robot)

Sarà mica fantascienza desiderare dei robot casalinghi che fanno le faccende domestiche al posto nostro? questo prima era solo un sogno, ed eravamo obbligati a svolgerle noi, ma non è detto che nel prossimo futuro le cose cambino. Un uomo miliardario, conosciuto da tutti come Elon Musk, ha deciso di “rivoluzionare” il settore delle faccende domestiche con l’ingresso di un robot robot totalmente autonomo (equipaggiato di intelligenza artificiale) adatto proprio a questo compito quotidiano.

Dopo i recenti successi visti nel riutilizzo di un razzo per i trasporti spaziali, la pubblicazione della nuova macchina elettrica da parte di Tesla (di cui è presidente e possiede una quota azionaria) ha deciso di portare avanti questo progetto con l’ausilio di una sua compagnia, la Open Ai. Affinché fosse possibile la compagnia ha ricevuto moltissimi finanziamenti, che ammontano più di un miliardo di dollari. Il team di sviluppatori, in qualche sua dichiarazione pubblica, ammette di esser stata particolarmente ispirata dalla sconfitta di uno dei migliori giocatori di GO al mondo da parte di un computer, dopo che questi aveva “imparato a giocare”.

Tutto ciò ha dimostrato che nel campo dell’intelligenza artificiale si son fatti grandissimi passi, e che negli anni futuri si continuerà a migliorare vista la crescente presenza di numerose compagnie desiderose di stabilire qualche pietra miliare o record in questo campo scientifico. Il robot, per assolvere ai compiti che il progetto si propone dovrà essere equipaggiato da una AI composta da diversi algoritmi, che permetteranno di apprendere le meccaniche che stanno dietro ogni compito da svolgere in casa e di svolgerle autonomamente. In questo momento non esistono, in circolazione, algoritmi specifici per ogni tipo di attività prevista, dichiara il team che si occupa dello sviluppo dell’intelligenza artificiale.

Nonostante ciò però sono fiduciosi riguardo l’utilizzo di particolari algoritmi, così in questo modo l’apprendimento non si limiterà solamente ad acquisire determinati compiti, ma a tutto ciò che può essere utile, spaziando in qualsiasi campo, non solo in quello delle faccende domestiche. La Open IA non si occupa solo di sviluppare la “mente” del robot per le faccende domestiche, vi sono anche lavori in corso anche per creare algoritmi che facciano le previsioni meteo o che permettano di avere una conversazione tra robot e uomo. Infine è da citare una sorta di sondaggio che fa capire quanto sia desiderato questo robot casalingo. A quanto pare un inglese su cinque desidera possedere almeno uno di questi robot.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati