Tech

Esperimento Project Soli, come suonare un violino che non c'è

Project soli: con la nuova tecnologia di Google, in futuro sarà possibile anche suonare un violino immaginario utilizzando solamente due dita

Fonte: youtube

Con Project soli sarà possibile suonare il violino: sfruttando la tecnologia del mini radar di Google, sarà possibile suonare lo strumento immaginario utilizzando appena due dita. A maggio di quest’anno, all’inizio del Google I/O 2016, l’azienda ha presentato Proiect soli, un piccolo chip in grado di emulare le funzioni dei radar, catturando i movimenti di chi lo indossa senza l’utilizzo di touch o di pulsanti. Questo progetto è nato in seguito alla ricerca della divisione Atap di Google, un’unità che si occupa dello sviluppo delle tecnologie avanzate.

Durante l’evento, Google ha presentato uno smartwatch abilitato per poter essere integrato con il chip Project soli. Questo piccolo radar è in grado di reagire ai movimenti delle dita di chi lo indossa, che vengono captati quando i polpastrelli delle dita si avvicinano allo smartwatch. Una delle particolarità più interessanti di questo mini radar, consiste nel fatto che il sensore di cui è dotato è in grado di captare i movimenti anche se coperto, espandendo notevolmente le possibilità di utilizzo. Qualche giorno fa, il sito Tuttoandroid.net, ha pubblicato un interessante video nel quale viene mostrata una delle tante capacità di questo straordinario chip; nel video proposto dal sito, Project soli viene utilizzato per suonare un violino.

Ciò che ha colpito gli utenti, è il fatto che per compiere questa attività è bastato l’utilizzo di due dita. In attesa del lancio ufficiale di Project soli, già dal video si riesce ad intuire quali sono le potenzialità di questo piccolo chip. L’idea di utilizzare Project soli per suonare un violino, è venuta al manager di un’azienda, Design I/O, che ha deciso di proporre al pubblico un’applicazione musicale del chip. Per rendere tutto ciò possibile, l’azienda si è servita di Wekinator, un tool gratuito di apprendimento automatico in grado di captare i suoni del violino, utilizzando linguaggi di comunicazione come open source C++ e open framework.

Unendo insieme queste due tecnologie è possibile realizzare un dispositivo in grado di riprodurre i suoni del violino. L’idea è venuta al manager dell’azienda, Theodore Watson, quando ha visto per la prima volta la demo di Project soli; osservando i movimenti delle mani ha deciso di applicarli a questo strumento in modo da creare un’applicazione divertente ed accessibile, che dà modo di capire alle persone quante possibilità offre questa tecnologia incredibilmente innovativa.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati