Sport

Fa il vuoto in discesa e colpisce un tifoso: al Tour è Froome-show

Sabato movimentato sui Pirenei: il britannico dà spettacolo staccando i rivali nel terreno a sé meno cogeniale dopo aver rifilato un pugno a un fan troppo focoso.

Appena una settimana di Tour, ed è già successo di tutto. Volate su volate, traguardi storici, come Cavendish che raggiunge un mito come Hinault nel numero di vittorie, entrando tra i migliori sprinter di sempre della Grande Boucle e archi gonfiabili dell’ultimo chilometro che crollano rischiando di travolgere i corridori.

Questo è quanto è successo nel finale della tappa di Lac-de-Payolle, costata una brutta caduta ad Adam Yates e un rallentamento di tutto il gruppo dei migliori, comprendenti i favoriti per il successo finale Froome e Quintana e anche Fabio Aru.

Per non parlare di ex vincitori (Vincenzo Nibali) che crollano alle prime difficoltà ed altri (Alberto Contador), lasciati clamorosamente soli nel momento più sofferto dai compagni di squadra della Tinkoff, a conferma di un’atmosfera non proprio idilliaca all’interno della squadra russa.

Ma non è finita qui, visto che il primo arrivo pirenaico ha consolidato il ruolo di favorito assoluto di Chris Froome. Il “keniano bianco” è stato protagonista di una prova di forza davvero esaltante nella tappa conclusa a Bagneres de Luchon dopo 4 Gpm, tra i quali il Portet d’Aspet e il Peyresourd.

Dopo l’ottimo lavoro di squadra dei tre compagni del Team Sky, tra cui Sergio Henao che ha forzato il ritmo al momento giusto, Froome è scattato una prima volta a 17 km dal traguardo, senza fare il vuoto. L’impresa è riuscita nelle modalità più inattese, in discesa, sfruttando una distrazione di Quintana che stava prendendo una borraccia.

La tecnica in discesa del britannico non è certo da imitare, così come l’effetto in classifica, appena 13” guadagnati sugli altri big, non è ancora decisivo, ma il messaggio mandato alla concorrenza è chiaro. "Non era prevista quella azione, ma ho deciso di provare e in fondo mi sono divertito. Non ho guadagnato molto, ma ogni secondo preso al Tour può essere decisivo, anche se forse ho speso troppo in vista di domani.

E come se non bastasse, pochi minuti prima di far partire lo show, Froome si era superato anche come… pugile. Una telecamera lo ha infatti ripreso assestare un pugno ad un tifoso colombiano che si era avvicinato troppo rischiando di farlo cadere.

“La telecamera non mostra che il tifoso aveva anche una bandiera che avevo paura potesse entrare nei raggi – ha poi ammesso Froome su twitter – Per questo ho allargato il braccio per allontanarlo. I tifosi sono fantastici, ma non correte vicino a noi corridori, è troppo pericoloso per noi".

Sarà, ma dopo un terzo di cammino il Tour sembra già quasi segnato: va forte in salita, in discesa e mena pure. Ma chi lo batte questo Froome?

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati