Tech

Facebook Live è anche meglio delle chiamate di emergenza

Facebook Live rappresenta un nuovo modo per far fronte alle emergenze ed essere informati tempestivamente su quanto sta avvenendo

Fonte: flickr

Facebook Live sta riscuotendo sempre maggiore successo tra i milioni di utenti che quotidianamente visitano il social network più famoso al mondo. Le sue funzionalità sono infinite: è possibile vedere in streaming cosa sta succedendo dall’altra parte del mondo direttamente sul proprio smartphone. Grazie a ciò, Facebook Live sta diventando sempre più efficace per far fronte alle emergenze. Basti pensare a quanto accaduto recentemente in America, a Chicago, quando un ragazzo è morto in diretta a causa di un proiettile vagante che lo ha colpito alla testa.

È questo quanto tragicamente successo al giovane ventotenne americano Antonio Perkins davanti agli occhi di tutto il mondo durante un regolamento di conti tra band del quartiere di Chicago. Nonostante ciò, le cause per cui sia stato colpito destano ancora qualche sospetto. Tristemente la tragedia è stata trasmessa in diretta su Facebook Live: il giovane era con un gruppo di amici lungo la strada quando all’improvviso si sentono dei colpi di pistola e poi il cellulare cade in mezzo all’erba e lo streaming continua. In poco tempo il video ha totalizzato settecento mila visualizzazioni.

L’accaduto ha sicuramente fatto riflettere sia le autorità sia riguardo all’efficacia del live in caso di emergenza. Alcuni già reputano questa funzionalità un nuovo modo per avvisare le forze dell’ordine in caso di necessità quando non sia possibile nessun’altra soluzione. Inoltre, per mezzo di Facebook Live, spesso si possono avere notizie ed essere maggiormente informati riguardo a quanto sta accadendo ancora prima dell’arrivo dei media. Basta che un qualsiasi passante si trovi sul luogo della tragedia che subito può trasmettere in diretta streaming/iol_link] le immagini di quanto sta avvenendo.

Quel che non è certo è se Mark Zuckerberg avesse previsto fin da subito tutte queste funzionalità. Inizialmente il creatore del social network più famoso di sempre aveva deciso di testare Facebook Live soltanto su un gruppo ristretto di utenti in modo tale da riuscire a comprendere meglio i brillanti risultati ottenuti. Successivamente, lo scorso aprile lo ha presentato ufficialmente in California. Ad oggi, quindi, gli sviluppi futuri di Facebook Live sono moltissimi. Infine, c’è chi suggerisce che tra qualche tempo su Facebook saranno condivisi più video rispetto ai post.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati