Lifestyle

Fancoil: cosa sono e perchè conviene utilizzarli

Utilizzare un impianto con fancoil è conveniente per una serie di motivi, da quelli economici a quelli legati alla salute delle persone

Fonte: flickr

Il fancoil, conosciuto anche con il nome di termoventilatore, assicura un riscaldamento adeguato ed uniforme dell’ambiente. Rispetto ai tradizionali metodi di riscaldamento rappresentati principalmente dai radiatori permette di ottenere molti più vantaggi. L’uso dei radiatori infatti richiede innanzitutto una temperatura di esercizio dell’acqua abbastanza elevata, intorno ai 70-80 gradi.

Questo comporta di riflesso un costo maggiore per l’utente per far raggiungere la temperatura ed un maggior uso di combustibili fossili che comporta di conseguenza un elevato impatto ambientale. Altro elemento da non trascurare con impianti di riscaldamento con radiatori è la consistenza di polveri nell’aria con conseguente secchezza della stessa. Infine parte del calore prodotto viene trattenuto dalla parete su cui è poggiato il termosifone.

Ma come funzionano i fancoil? Questi apparecchi sono costituiti da una struttura metallica all’interno della quale sono presenti una o due batterie termiche, un ventilatore, un filtro dell’aria e una vasca per la raccolta dell’acqua di condensa. Una volta messo in funzione il fancoil garantisce l’emissione di aria costante e priva di polvere, grazie alla presenza del filtro.

Inoltre non si formano dei ristagni in alcune zone degli ambienti climatizzati ed in tal modo assicura un condizionamento uniforme. Le batterie di scambio termico possono essere 1 o 2. Nel primo caso i flussi dell’acqua calda e fredda passano all’interno degli stessi tubi, nel secondo invece restano separati permettendo una ottimizzazione nell’utilizzo dell’impianto.

Ma quali sono i vantaggi derivanti dall’utilizzo del fancoil? Innanzitutto si ottiene un sensibile miglioramento relativo alla qualità dell’aria immessa che risulta priva di polveri e meno pesante da respirare per le persone. Inoltre la temperatura di esercizio è decisamente più bassa rispetto a quella degli impianti tradizionali: circa 50 gradi.

La temperatura minore comporta un risparmio in termini di costi energetici per l’utente ed un miglioramento dell’impatto ambientale, grazie alle minori emissioni di gas serra. Altro vantaggio derivante dall’impiego del fancoil è dato dal posizionamento della bocchetta di espulsione dell’aria che è posto nella parte anteriore; in questo modo viene garantita una erogazione regolaree si evita che parte del calore o del freddo venga trattenuto sulla parete di appoggio. In sintesi è migliore rispetto al radiatore.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati