Che tipo di febbre hai? Scegli la dieta giusta per guarire prima

Attenzione alla causa scatenante della febbre: bisogna adattare la dieta a seconda che che sia virale o da infezione

Febbre causata da virus o da infezione? Attenzione alla risposta, perché da essa dipende anche il tipo di dieta da adottare per accelerare la guarigione. Secondo quanto emerso da uno studio effettuato dall’Università di Yale e pubblicato dalla rivista Cell, infatti, in caso di febbre da infezione virale è consigliabile mangiare per superare la malattia mentre in caso di febbre da batteri, è consigliabile nutrirsi il meno possibile per accelerare la guarigione.

Una ricerca specifica è stata effettuata dall’equipe di Yale sui topi, dopo che si era notato come quelli attaccati da virus ricominciassero a mangiare molto prima degli altri mentre quelli colpiti da infezioni tendessero a perdere l’appetito. Si è così deciso di utilizzare roditori infettati con influenza murina o con il batterio Listeria, e fatti digiunare o nutriti a forza. In caso di infezione batterica la seconda soluzione è risultata nociva, tanto da portare alla morte dei topi mentre quelli che erano stati colpiti da virus e nutriti a forza sono guariti più velocemente rispetto a quelli tenuti a digiuno.

Come hanno spiegato i ricercatori le due situazioni? A causare la differenza è stata la differente risposta dell’organismo agli agenti patogeni. Nel caso di febbre derivante da infezione batterica, c’è infatti una notevole produzione di radicali liberi, molecole dannose all’organismo, che risulta contrastata dal digiuno. Caso contrario per i virus, circostanza nella quale il corpo necessita di cibo per combattere l’infezione e recuperare le forze. Il tutto a confermare un vecchio adagio “affama una febbre, nutri un raffreddore”.

“Attraverso i millenni tutti gli organismi si sono evoluti assecondando le necessità delle cellule – spiega Andrew Wang, leader del gruppo di ricerca – Le cellule stesse, infatti, richiedono un certo tipo di nutrimento per eseguire dei compiti. Così le preferenze a livello di cibo potrebbero essere la modalità adottata dall’organismo per informarci su come resistere meglio a tipi diversi di infezione”.

Quali sono allora gli alimenti che risultano maggiormente utili all’organismo in caso di infezione virale? Secondo uno studio scientifico del 2000, il cibo migliore è la zuppa di pollo, una pietanza in grado di moderare l’effetto negativo delle infezioni stesse.

Non è un caso che, secondo quanto rivelato dal sito specializzato Usa ZocDoc, nelle fasi di picco dell’influenza virale ci sia un aumento dl 15/20% delle ordinazioni di zuppa calda GrubHub, un diffuso servizio di pasti consegnati a domicilio.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti