Fedele salta la fila per la confessione: rissa sfiorata in chiesa

Rissa sfiorata in una chiesa in Salento, dove un uomo ha saltato la fila per la confessione, scatenando la rabbia degli altri fedeli

Fonte: Instagram

La voglia di confessarsi era davvero troppa ed è così che un fedele ha pensato bene si saltare la fila per la confessione, scatenando una rissa in chiesa. Il fatto è accaduto in una piccola chiesa in un comune del Nord Salento, dove alcuni fedeli, in attesa di seguire la messa, hanno deciso di mettersi in fila per confessarsi.

La coda al confessionale era piuttosto lunga ed è così che un fedele “furbetto” ha pensato bene di passare davanti a tutti. I concittadini rimasti indietro però non sono rimasti in silenzio e qualcuno ha fatto notare all’uomo l’errore. Ne è nata una discussione particolarmente accesa che ha quasi scatenato una rissa. La tensione è arrivata alle stelle e la discussione stava degenerando, sino a quando l’intervento del parroco ha permesso di placare gli animi. L’uomo di chiesa, uscito dal confessionale, ha tentato di sedare la rissa, fermando i fedeli prima che la situazione peggiorasse ulteriormente.

Non è la prima volta che in chiesa i fedeli mettono da parte la fede cristiana per litigare. Qualche tempo fa era successo a Roma, dove si era sfiorata una rissa a causa di un’ostia caduta a terra. Si stava svolgendo la cresima di 80 bambini, quando una ragazza, forse particolarmente emozionato nel ricevere l’eucarestia per la prima volta, aveva fatto cadere l’ostia. A quel punto la giovane l’aveva raccolta velocemente da terra riponendola poi in borsa, senza mangiarla.

La sua reazione  aveva però scatenato la rabbia di altri fedeli e in molti l’avevano aggredita, affermando che avrebbe dovuto mangiare l’ostia e non metterla via come una gomma da masticare usata. La ragazza, sentendosi aggredita, era scoppiata a piangere e fra i suoi genitori e i fedeli intransigenti era nata una vera e propria rissa verbale. Anche in quel caso l’intervento del parroco aveva permesso di sistemare la situazione ed evitare il peggio.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook

vedi tutti