Flessioni sull'altare della Basilica: la folle performance

L'artista Alexander Kurle ha realizzato una performance folle facendo 27 flessioni sull'altare della Basilica di San Giovanni in Germania

Fonte: Youtube

Una performance fuori dal comune quella dell’artista Alexander Kurle, che si è esibito in una serie di flessioni sull’altare della Basilica di San Giovanni a Saarbrücken. L’artista 38enne è stato ripreso in un video, poi pubblicato sui social, in cui si esibisce in un’impresa molto particolare e a dir poco folle.

L’uomo è entrato nella basilica di San Giovanni e, davanti allo sguardo incredulo dei fedeli, è salito in ginocchio sull’altare e ha iniziato a fare delle flessioni. Dopo aver fatto un po’ di esercizi, Kurle è sceso dall’altare e se n’è andato.

L’artista tedesco, famoso per le sue performance estreme e stravaganti e specializzato nell’happening, ha annunciato sui social di aver compiuto ben 27 piegamenti, prima di abbandonare la Basilica. Il video in cui fa la flessioni è stato poi proiettato in una kermesse di arte concettuale, dove ha diviso i critici, fra chi lo reputa rivoluzionario e chi blasfemo.

L’azione è costata molto all’artista, che per quelle flessioni ha dovuto pagare una sanzione di 700 euro. Come riporta Sueddeutsche.de, don Eugen Vogt, parroco della Basilica di San Giovanni, considera la multa un atto dovuto: “Quella non è arte – ha spiegato – è solo mancanza di rispetto verso la fede religiosa degli altri e una provocazione”.
Non è la prima volta che un artista sceglie di realizzare una performance estrema, coinvolgendo monumenti pubblici e di grande pregio.

Tutti ricordano ancora l’acqua rossa della Fontana di Trevi, tinta da Graziano Cecchini, noto artista italiano, che opera nel gruppo di avanguardia artistica neo-futurista. Cecchini negli anni è diventato noto per via di alcune azioni realizzate nei luoghi simbolo di Roma per sorprendere la folla e lasciare a bocca aperta. Dopo aver tinto l’acqua della Fontana di Trevi con un colorante a base di anilina, era stato arrestato dalla Digos e successivamente scarcerato.

Storie dal web

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti