Sport

Francesco Totti, 24 anni di Roma

Il numero 10 giallorosso ha intrapreso la ventiquattresima stagione con la maglia della Roma. Ecco la scheda di Totti

Fonte: flickr

Francesco Totti. Un nome e cognome che fanno trasalire ogni tifoso della Roma (ma anche simpatizzante della serie A ), che sia bambino o che abbia un bel po’ di primavere alle spalle.

Tanti successi, ma anche tanti record infranti con la maglia giallorossa, partendo proprio dalla sua avventura nella Capitale. Sono ben ventiquattro le stagioni del numero 10 giallorosso con la squadra capitolina. Una vera e propria bandiera che ha scritto la storia recente della Roma e che ha infiammato il tifo romanista.

Un campionato ed una Coppa del Mondo nel suo palmares, quella del 2006 alzata insieme alla nazionale italiana. Un vero e proprio professionista, eterno bambino (non a caso il suo soprannome è proprio il Pupone), che nonostante la carta d’identità continua a voler dare il proprio contributo alla causa giallorossa.

Francesco Totti, protagonista di una spiacevole vicenda con l’attuale tecnico Luciano Spalletti (che continua ad escluderlo dal progetto tecnico) ha esordito nel campionato italiano nella stagione 1992-1993, quando entrò in campo a Brescia, a pochi minuti dal termine. La prima rete ufficiale arriva solamente nel 1994, quando il numero 10 superò l’estremo difensore del Foggia. Con l’arrivo di Zeman, le caratteristiche di Totti vengono esaltate: il calciatore viene impiegato come ala sinistra nel 4-3-3, una posizione ideale per rientrare al centro e calciare. Ma la migliore stagione arriva con Fabio Capello: nel 2001, insieme a Batistuta e Montella, riporta il titolo nella Capitale, dopo 18 anni. Nonostante la corte sfrenata di Milan e Real Madrid durante la sessione di calciomercato , il numero 10 è rimasto nella Roma.

Nel 2006 molti temevano per la sua carriera, visto che nel 2006 subì un infortunio alla caviglia che lo mise a rischio anche per il mondiale 2006. Totti recuperò in fretta, alzando poi la Coppa del Mondo nel luglio dello stesso anno. Proprio nella stagione successiva segnò 26 goal, conquistando la scarpa d’oro . In serie A è il secondo marcatore più prolifico di sempre, con 244 goal messi a segno. Sono ben 593 le presenze nel massimo campionato, mentre con la maglia giallorossa ha segnato ben 300 reti in tutte le competizioni ufficiali. Tanti i trofei vinti con la Roma, tra cui due Coppe Italia, un campionato italiano e due Supercoppe Italia. Ha anche ricevuto onorificenze come il titolo di Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana. Un numero 10 ed un calciatore in grado di riscrivere la storia recente di un club.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati