Il gelato più buono del mondo è italiano e arriva dall'Umbria

Il gelato più buono del mondo è italiano, è al gusto pistacchio e viene preparato a Spoleto in una famosa gelateria

Fonte: Twitter

Il gelato più buono del mondo è italiano e arriva dall’Umbria, per la precisione Spoleto, dove si trova la Gelateria Crispini. Qui l’esperto Alessandro Crispini realizza un gusto al pistacchio che ha conquistato il primo premio alla finalissima del Gelato World Tour, in cui si sono sfidati 36 gelatai provenienti da tutto il mondo con altrettante proposte, una più deliziosa dell’altra.

Alla fine a spuntarla è stato il gelato di Crispini, realizzato con tre diversi pistacchi siciliani, uno di Agrigento e due di Bronte. “Il pistacchio potrebbe sembrare un gusto banale – ha raccontato il creatore del gelato più buono del mondo -, ma attraverso lo studio approfondito delle materie prime ho creato qualcosa di solo apparentemente semplice. Le tre varietà di pistacchio sono tostate per 24 ore, poi scottate con zucchero e bacche di vaniglia del Madagascar. Sono onorato che sia stato apprezzato!”.

Per il vincitore della competizione il segreto del successo sta nell’aggiunta di un pizzico di sale di Cervia: “Ogni pistacchio con le proprie caratteristiche apporta al gusto finale una straordinaria sapidità – ha spiegato -. Per esaltare ancora di più il gusto ho aggiunto del fior di sale di Cervia, pregiatissima eccellenza italiana, e il tutto è decorato con cristalli di zucchero e pistacchi tostati”.

Il secondo posto del Gelato World Tour è invece andato a padre e figlio di origine italiana, che vivono in Germania. Guido e Luca De Rocco hanno conquistato la medaglia d’argento con “Tributo alla Serenissima”, un gelato realizzato con uva fragola e noci caramellate, dedicato al Veneto, con cui hanno un legame molto forte.

Terzo posto per “Amor-Acuyà”, gelato preparato da Daniela Lince Ledesma, giovane gelatiera che arriva dalla Colombia, per la precisione da Medellín. La sua creazione unisce la dolcezza del frutto della passione con la consistenza grassa della panna e il sapore amaro di un cioccolato colombiano al 65%.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti