Gentiloni dice che nel 2017 si può sconfiggere l'Isis

Incotro a Parigi con il presidente francese Hollande

Roma, 10 gen. (askanews) – “Il 2017 può essere l’anno della sconfitta militare di Daesh. I nostri Paesi sono impegnati nella lotta contro il terrorismo, uniti dalla consapevolezza che la vittoria militare non sarà sufficiente se non sarà accompagnata da una vittoria sul piano cultura e sociale, dall’affermazione dei nostri valori e del nostro modo di vivere”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, parlando alla stampa al termine dell’incontro con il presidente francese Francois Hollande all’Eliseo.
Quello con il presidente francese è stato un colloquio di “grandissima amicizia e fraternità”, ha sottolineato il premier italiano “Mi fa molto piacere – ha aggiunto – che a Parigi ci sia stata la prima tappa di un primo giro tra le principali capitali europee. La vicinanza tra Italia e Francia si è ulteriormente rafforzata negli ultimi tempi per il sentimento condiviso tra i cittadini italiani di fronte agli attacchi terroristici che la Francia ha subito e a cui ha reagito con grande forza e coesione. Non dimenticherò che due anni fa proprio a Parigi ho partecipato alla marcia dopo l’attentato di Charlie Hebdo, che ha rappresentato la forza dei cittadini e delle istituzioni francesi”.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati