Gentiloni: "Un errore cancellare il lavoro di Renzi"

Il premier, sulle riforme non abbiamo finito e non abbiamo scherzato

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Roma, 29 dic. (askanews) – “Per chi fa il mio lavoro servire le istituzioni tra i livelli massimi di responsabilità oltre a essere una gran fatica è un fatto di grandissimo rilievo e appassionante. Il Governo nasce, come sapete, all’indomani delle dimissioni di Matteo Renzi provocate dalla sconfitta nel referendum. Quel risultato referendario non si cancella e certamente lo teniamo ben presente, ma non deve cancellarsi nemmeno il lavoro che il governo Renzi ha svolto nei tre anni precedenti”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, nel corso della conferenza stampa di fine anno alla Camera.

“Cancellarlo o relegarlo nell’oblio – ha aggiunto il capo del governo rivolgendosi ai giornalisti – sarebbe un errore, da parte nostra ma anche da parte vostra”.

“Il governo proseguirà sulla strada delle riforme: non abbiamo finito e non abbiamo scherzato”. “Tutti devono essere consapevoli – ha aggiunto – che il percorso di riforme andrà avanti, per il tempo che avremo a disposizione.
Ci sono capitoli da completare, altri su cui concentrare i nostri sforzi: lavoro ai giovani e Sud, non perchè poco si sia fatto, ma per la distanza tra gli sforzi fatti, per quanto intensi, e i risultati che dobbiamno raggiungere”.

“Il governo – ha continuato – cercherà di dare un contributo anche sulla legge elettorale: abbiamo spesso ripetuto che il governo cercherà di facilitare, di accompagnare la discussione tra i partiti e in Parlamento sulla legge elettorale”.

“Aggiungo anche – ha proseguito – sollecitandola perché la sollecitudine non è correlata a una maggiore o minore durata del governo. E’ un’esigenza del nostro sistema democratico che deve avere norme elettorali armoniose in grado di funzionare”.

“La durata del governo è decisa dal Parlamento e dalle maggioranze. Avere con sollecitudine regole elettorali non è interesse di chi vuole accorciare o allungare la legislatura, è interesse nostro e delle istituzioni e per questo il governo accompagnerà, sollecitando, questo percorso perché lo riteniamo importante”.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti