Imperdibili

Giappone: più stazioni di ricarica che distributori di benzina

Il numero delle auto elettriche in circolazione è in continuo aumento: secondo una recente ricerca in Giappone ci sono più punti di ricarica per auto elettriche che stazioni di benzina

Nell’anno 2040 nel mondo ci saranno 41 milioni di auto elettriche: questo è ciò che emerge da recenti studi del settore. Secondo gli ultimi dati raccolti dalla Nissan, in Giappone ci sono più punti di ricarica che distributori di benzina e gasolio. Secondo questi dati, il numero dei punti di ricarica per le auto elettriche supera i 40 mila, mentre per le stazioni di servizio di benzina e gasolio il numero è inferiore ai 35 mila.

Negli altri paesi i punti di ricarica si stanno sviluppando molto lentamente. In Giappone invece le cose vanno diversamente: il governo giapponese ha deciso di incentivare con dei sussidi i consumatori che acquistano auto elettriche, ibride o con basse emissioni. Ciò che scoraggia i potenziali acquirenti è il timore di trovarsi lontano da casa e di non essere in grado di ricaricare la batteria dell’auto.

In Giappone questo non è un problema in quanto ci sono quasi 7000 punti di ricarica rapida; se a questi aggiungiamo anche i punti di ricarica più lenti ecco che arriviamo alla spaventosa cifra di 40000 punti di ricarica per veicoli elettrici. Secondo il capo del settore finanziario della Nissan, per la crescita del mercato bisogna puntare proprio sullo sviluppo delle infrastrutture di ricarica; in poche parole è proprio la disponibilità dei punti di ricarica che può spingere le persone ad acquistare le auto elettriche.

Secondo gli esperti del settore, gli altri paesi sono stati incoraggiati dai numeri che provengono dal Giappone e stanno provvedendo a migliorare le infrastrutture per le auto elettriche. Secondo un rapporto pubblicato da Bloomberg New Energy Finance, entro il 2040 i veicoli elettrici in circolazione in tutto il mondo potrebbero raggiungere i 40 milioni.

Secondo questa ricerca, questo considerevole aumento di veicoli elettrici, comporterà una riduzione di 13 milioni di barili di greggio consumati al giorno. Questi dati parlano di un vero e proprio boom, in quanto l’introduzione d queste auto sul mercato è molto recente. Tra i paesi incoraggiati dai numeri provenienti dal Giappone c’è anche l’Italia.

Pare che il governo italiano stia preparando un documento dedicato agli incentivi sugli acquisti delle auto elettriche e all’aumento sul territorio delle infrastrutture di ricarica. Gli incentivi consistono in una riduzione dell’Iva al 10% e di un incentivo statale fino a 5000 euro per coloro che acquistano questi veicoli. Per avere la conferma di questi dati dovremmo attendere il 27 maggio.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati