Imperdibili

Giochi senza frontiere tornerà in televisione?

Giochi Senza Frontiere è stato il più grande successo televisivo estivo per molte stagioni: secondo Ettore Andenna, potrebbe tornare in onda

Fonte: Flickr

Chi è nato più di qualche decennio fa, ricorderà una serie di programmi che hanno fatto la storia della televisione, oramai scomparsi: Portobello condotto da Enzo Tortora, Canzonissima, per non parlare di Carosello, padre della pubblicità televisiva contemporanea. La maggior parte di questi programmi andava in onda fra l’autunno e la primavera: più difficile è ricordare i programmi estivi, con poche eccezioni, tra cui spicca Giochi Senza Frontiere.

Il programma, prodotto dall’Unione Europea di Radiodiffusione (UER) è stato uno dei primi Game Show, andato in onda sulle reti RAI per trenta edizioni non consecutive, dal 1965 al 1982 prima e dal 1988 al 1999 poi. Nonostante il periodo non favorisse grandi ascolti, Giochi Senza Frontiere fu capace di raggiungere i diciassette milioni di spettatori solo in Italia, a cui vanno aggiunti quelli delle altre nazioni europee.

Il successo dello spettacolo fu tale che ancora oggi tanti telespettatori chiedono a gran voce il ritorno di JSF (in breve per Jeux Sans Frontières: il programma fu fortemente voluto da Charles de Gaulle).

Ettore Andenna, che presentò tutte le edizioni italiane, ha pubblicato il seguente messaggio sul suo profilo Facebook lo scorso 21 gennaio: “Udite, udite, udite. Se c’è qualche località italiana che è interessata a partecipare alla nuova Giochi senza frontiere mondiale, che si chiama The Biggest Game Show in the World 2016 e che si svolgerà tra il 9 ed il 21 maggio prossimi, è pregata di prendere contatto con me. Saranno tredici puntate, che andranno in onda in tutto il mondo, prodotte da una società francese. Di più non dico (per il momento)”.

Andenna ha anche invitato a contattarlo le città italiane interessate a partecipare al programma: il comune di Tolmezzo ha già dato la sua disponibilità.

Gli indizi sono insufficienti per alimentare speculazioni, ma si può capire, guardando i canali stranieri o semplicemente navigando su internet, che “The Biggest Game Show in the world” è un programma già trasmesso in oltre sessanta nazioni nel mondo e che ricalca fortemente caratteristiche e spirito dei Giochi.

La rete sembra non avere dimenticato “Giochi Senza Frontiere”: considerando le notizie dedicate al ritorno del programma, su internet sono disponibili 547.000 pagine che parlano dell’edizione italiana e oltre otto milioni che si riferiscono alla trasmissione con il titolo originale.

Per avere un’idea delle proporzioni del successo di questa trasmissione anche in rete, basta fare un raffronto con Portobello: la trasmissione del compianto Enzo Tortora, si ferma a 62.500 risultati trovati con Google. Per ogni pagina dedicata Portobello, se ne trovano otto che parlano di Giochi Senza Frontiere.

Non ci resta che aspettare i prossimi sviluppi per avere conferme.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati