Sport

Giuseppe Rossi, vita e successi dell'attaccante

Giuseppe Rossi è uno dei migliori attaccanti del calcio italiano, come ha dimostrato nel corso degli anni trascorsi al Villarreal e alla Fiorentina, prima di trasferirsi al Levante

Fonte: flickr

Giuseppe Rossi è uno dei migliori attaccanti espressi dal nostro calcio nel corso degli ultimi anni. Purtroppo a frenarlo sono stati alcuni gravi infortuni che ne hanno impedito la definitiva esplosione, tanto da spingerlo a cercare di tornare in perfetta efficienza accettando il trasferimento al Levante, in Liga. Anche i tifosi italiani, che hanno imparato ad apprezzare non solo le sue doti tecniche, ma anche la grande correttezza in campo, si augurano che in Spagna il giocatore possa ritrovare la piena condizione fisica.

Giuseppe Rossi è nato nel 1987 a Teaneck, negli Stati Uniti, per poi passare l’infanzia a Clifton, ove lavoravano sia il padre che la madre, entrambi insegnanti nella locale High School. Il suo arrivo in Italia è avvenuto nel 1999, quando è stato ingaggiato nelle minori del Parma, iniziando a farsi notare per le ottime doti tecniche e la capacità di concretizzare nel migliore dei modi la manovra, grazie ad un tiro di sinistro forte e preciso.

Nel 2004 è stato poi acquistato dal Manchester United con cui ha anche esordito in Premier League. Con la maglia dei Red Devils ha giocato in totale 14 partite tra campionato e coppe, mettendo a segno 4 reti.

Dopo essere transitato nel Newcastle, è quindi tornato al Parma, in prestito, mettendosi in mostra con 9 reti segnate nel solo girone di ritorno della Serie A 2006-07. Un rendimento che ha spinto il Villarreal ad ingaggiarlo per 11 milioni di euro dallo stesso Manchester United. La sua esperienza in Spagna è stata ampiamente positiva, come testimoniato dalle 54 reti messe a segno in Liga, cui vanno aggiunte le 21 nelle coppe europee. Numeri che hanno spinto la Fiorentina ad acquistarlo per 10 milioni di euro, più 6 di bonus. Un investimento ampiamente ripagato dalle 16 reti in 21 gare messe a segno con la maglia viola.

Dopo l’exploit del campionato 2013-14, purtroppo è cominciato un vero e proprio calvario per Pepito (soprannome con cui è noto nell’ambiente), dovuto alle ripetute operazioni al ginocchio, rese necessarie dai problemi sorti dopo uno scontro di gioco con Leandro Rinaudo. Da quel momento non è più riuscito a tornare sui suoi livelli, costringendo infine la dirigenza della Fiorentina a prendere in considerazione l’ipotesi di cederlo in prestito per consentirgli di ritrovare la forma persa. La società prescelta è stata il Levante, formazione che milita nella Liga e nella quale ha giocato sinora 5 gare, mettendo a segno due reti.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati