Sport

Gli spagnoli mangiano polvere ad Assen: Dovi e Italia in festa

Al GP d'Olanda il pilota Ducati ottiene la pole davanti a Rossi. In Moto3 addirittura poker italiano.

MotoGP e calcio si mischiano: in attesa di sapere il risultato dell'ottavo di finale di Euro 2016 tra gli Azzurri e la Spagna, in sella alle due ruote è già bagarre tra italiani e iberici.

A dire la verità negli ultimi anni il numero degli spagnoli è cresciuto assai, relegando alla minoranza Rossi e connazionali. Senza dimenticare la rivalità nata nel teso finale della scorsa stagione. Ad Assen però l'Italia della moto si è tolta qualche bella soddisfazione nel sabato di qualifiche, caratterizzato dai rapidi cambiamenti delle condizioni dell'asfalto e dalle numerose cadute.

In MotoGP la Ducati ha centrato una netta pole position con Andrea Dovizioso, una scheggia a bordo della Rossa di Borgo Panigale, che ha fermato il cronometro su 1.45.246 sfruttando anche la scia veloce di Valentino Rossi, come ha ammesso lo stesso Dovi, a sua volta un pizzico impensierito dagli agguerriti rivali: "Sono stato fortunato anche a uscire dietro Rossi: ho capito dove potevo spingere in alcune curve e ho seguito le linee di Valentino in altre. Sarà dura battere questi fenomeni, ma ci siamo".

Secondo ha chiuso proprio il Dottore – davanti al britannico Scott Redding, terzo -, con 715 millesimi di ritardo: "Dispiace per non aver centrato la pole position – ha dichiarato a Sky Sport -, ma sono più contento per aver conquistato la prima fila in condizioni difficilissime. In gara spero che il fondo sia asciutto".

Unica pecca l'ultima piazza per la Ducati di Andrea Iannone, nonostante il nono tempo, per via della squalifica comminatagli in seguito all'incidente del Montmeló con Jorge Lorenzo.

Già, gli spagnoli. Butta male per tutti, in un modo o nell'altro. Si salva Marc Marquez, scivolato a terra con la sua Honda, ma lestissimo a tornare ai box in scooter e rimediare con il quarto posto. Lorenzo invece si è dovuto accontentare dell'undicesimo tempo e peggio di lui è riuscito a fare l'altro catalano della Honda, Dani Pedrosa, caduto nelle ultime libere e sedicesimo (e dolorante) al termine delle qualifiche.

Ma non è tutto: alla festa italiana partecipano volentieri anche i giovanissimi della Moto3. Enea Bastianini è il più contento di tutti, vista la pole con la sua Honda, ma lo Sky Racing Team VR46 si frega altrettanto le mani per gli ottimi risultati del trio di piloti: Andrea Migno secondo, Nicolò Bulega terzo, Romano Fenati quarto.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati