Sport

Hulk Hogan, scheda di un wrestler inconfondibile

La scheda di Hulk Hogan ci aiuterà a conoscere meglio un campione del wrestling, che vanta una lunga carriera sul ring. Scopriamolo insieme

Fonte: flickr

Hulk Hogan, il famoso wrestler americano, vanta una carriera fatta di successi ma anche di scandali e delusioni. Dagli anni ’70 a oggi è sempre stato alla ribalta per la sua popolarità. Il suo straordinario fisico lo ha reso famoso, non soltanto nel mondo del wrestling, ma anche nel cinema, in TV e spettacolo. Il suo ingresso nel mondo del ring è accaduto quasi per caso, mentre si allenava in una palestra. Due wrestler di fama mondiale, Jack Brisco e suo fratello Gerald notarono il suo fisico e gli proposero di intraprendere una carriera nel wrestling. Hulk Hogan, che all’epoca ancora portava il suo vero nome Terrence Eugene Bollea, accettò volentieri, vista la sua passione per quel mondo.

Hulk Hogan, nato l’11 agosto 1953, è di origini italiane, in quanto sua madre è italo-francese e suo padre italiano. Durante la gioventù si dedicò al baseball semi-professionistico e suonava il basso in alcune band. L’ingresso nel mondo del wrestling avvenne il 10 agosto 1977, in Florida, col nome di The Super Destroyer e cominciò a conquistare i suoi primi titoli tra cui il NWA World Heavyweight Championship.

Alla fine degli anni ’70 entrò nella World Wrestling Federation cominciando a utilizzare il nome di The Incredible Hulk Hogan. Ebbe, quindi, modo di combattere, per la prima volta, al Madison Square Garden dove sconfisse Ted Dibiase in 11 secondi. Questo elevò la sua popolarità facendolo diventare una celebrità. Sylvester Stallone, infatti, gli propose una parte in Rocky III.

La vita di Hulk Hogan è stata caratterizzata da alti e bassi che hanno minato le fondamenta della sua popolarità. Più volte nel corso della sua carriera ha lasciato la federazione del wrestling per motivi vari: nel 1992, nel 2000, nel 2003. In particolare, dal 2000 al 2002 attraversò un periodo di depressione dopo aver litigato con Vince Russo, il quale lo accusò apertamente di approfittare del suo potere contrattuale per difendere gli amici.

Nel 2015 ci fu il licenziamento definitivo dalla Federazione, dovuto ad alcune affermazioni razziste pronunciate da lui pronunciate. Nel frattempo, nella vita privata, Linda Claridge, sua moglie dal 1983 al 2008, chiese il divorzio per una sua scappatella.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati