Viaggi

Hyperloop, il treno da 1000 km/h è il trasporto del futuro?

Il treno ultraveloce Hyperloop, progettato da Elon Musk, si basa su un sistema di levitazione magnetica passiva e utilizza energie rinnovabili

Fonte: flickr

Hyperloop è un sistema di trasporto concettuale in cui i passeggeri vengono caricati in capsule elettromagneticamente sospese da 28 posti e letteralmente sparati a più di 1000 chilometri all’ora, grazie alla levitazione passiva. L’idea rivoluzionaria è stata partorita da una delle menti più fervide della Silicon Valley, Elon Musk, CEO di Tesla Motors e fondatore di SpaceX (Space Exploration Technologies Corporation). Ora i ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT) sono al lavoro per dare concretezza al progetto.

Le sfide aperte per gli sviluppatori sono molte, ma la visione del viaggio ultrarapido sta assumendo dei contorni precisi. Pompando l’aria fuori dai tubi si riduce la resistenza e questo consente ad Hyperloop di raggiungere alte velocità e di ridurre notevolmente i tempi di percorrenza sulle lunghe distanze (il tragitto da Milano a Roma potrebbe richiedere solo 30 minuti). Inoltre il supertreno, non utilizzando derivati del petrolio o gas, bensì pannelli solari, sistemi eolici, freni, recupero di energia cinetica, geotermia, fornisce un valido contributo alla riduzione dell’inquinamento.

Quando nel 2013 Elon Musk ha illustrato un modo per utilizzare i tubi sospesi al fine di spingere le capsule alla velocità di 1.130 chilometri all’ora, ha lanciato una sfida al mondo intero. Per ora sta finanziando lui stesso i test con un obiettivo ben preciso: presentare Hyperloop a Dubai in occasione di Expo 2020 e fare in modo che, entro l’anno seguente, in tutto il mondo, gli esseri umani possano viaggiare su di esso. Molti temono che questo mezzo di trasporto, alla prova dei fatti, si riveli un nuovo Concorde, che pur essendo un glorioso esempio di innovazione tecnologica, non è riuscito a volare a velocità supersoniche a causa di regolamenti restrittivi e non ha prodotto i guadagni auspicati.

Come tutti i visionari, Elon Musk ignora gli scettici e si concentra sulla propria idea: solo il tempo dirà se questa è uscita dalla mente di un genio o da un illuso. Ma non è finita qui. L’evoluzione nel campo ferroviario viaggia infatti veloce quasi quanto l’Hyperloop. Dal Giappone è in arrivo il treno invisibile progettato dall’archistar Kazuyo Sejima. Si tratta di convogli rivestiti da specchi e pannelli semitrasparenti che si mimetizzano con l’ambiente circostante. Un altro salto nel futuro o, per alcuni versi, nella fantascienza.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati