Lifestyle

I falsi cartelli di un burlone allo zoo di Los Angeles sono ridicoli

La diffusione di cartelli divertenti allo zoo di Los Angeles ha scatenato le risate e le divertenti reazioni degli utenti dei social; scopriamo il perché

Fonte: flickr

La diffusione di cartelli divertenti allo zoo di Los Angeles è stata causata da Jeff Wysaski, è proprio questo il nome del burlone che si è divertito a inventare dei cartelli decisamente simpatici che hanno scatenato le risa dei passanti e degli utenti dei più importanti social networks, considerato che il burlone ha anche deciso di pubblicare le foto dei falsi cartelli dello zoo su Internet. Andiamo ad analizzare alcuni di questi cartelli. Traendo ispirazione dalle paperette dello zoo, Jeff Wysaski ha ben pensato di scrivere vicino il loro lago: -Se date settanta tromboni a queste piccole paperelle, loro saranno in grado di suonare un’ottima hit parade-; effettivamente molto fantasioso come pensiero quello del nostro amico burlone che ha proseguito il suo tour all’interno dello zoo di Los Angeles realizzando altri cartelli divertenti sugli animali.

Ecco quello che riguarda gli orsi, che recita: – Non fidatevi mai di un’orso; possono essere animali subdoli, quindi se non vedete l’orso all’interno del suo recinto, significa che è appena scappato, non perdete tempo a girarvi, ma scappate più forte che potete-. Un altro dei cartelli divertenti dello zoo di Los Angeles è quello riguardante il gallo urlatore, su cui si può leggere: -Il gallo urlatore può vedere i fantasmi; ecco perché grida. Questi animali sono costantemente bombardati da immagini di fantasmi che li circondano-. Infine il burlone dello zoo se la prende anche con le protagoniste per eccezione delle gaffe nel mondo animale, ovvero le scimmiette, che come si sa, hanno il vizio di rubacchiare i panini o gli zainetti ai visitatori.

Sulle scimmie scrive: -Se lasciate un pezzo di sapone fuori dalla gabbia della scimmia, inevitabilmente questa sarà in grado di saltare fuori dalla gabbia, di prendere il sapone per poi correre in bagno a lavarsi cantando a squarciagola-. Ogni tanto almeno si parla con divertimento degli animali e non si affrontano le questioni relative invece al loro maltrattamento, che come sappiamo è purtroppo ancora molto diffuso.

Ma tornando alla nostra notizia, non possiamo di certo dire che l’inventore di questi cartelli non sia dotato di molta immaginazione. Non ci sono dubbi sul fatto che quando si ha a che fare con gli animali, ci si diverte sempre; a tale proposito: sapete quali sono gli animali più intelligenti del mondo? Non immaginerete mai quali sono, anzi rimarrete sicuramente stupiti.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati