Lifestyle

I gatti capiscono le leggi della fisica, lo dice la scienza

Lo dice anche la scienza: i gatti capiscono le leggi della fisica. Hanno 7 vite e nessuno li batte a caccia, ecco perchè

Fonte: www.pixabay.com

Lo dice anche la scienza: i gatti capiscono le leggi della fisica. Questo è quanto emerso da una ricerca svolta all’Università di Kyoto, in Giappone, e pubblicata sulla rinomata rivista Animal Cognition. All’esperimento hanno partecipato 22 gatti da altrettanti caffè dedicati a questi animali, ormai molto diffusi in questo Stato, assieme ad 8 gatti domestici, divisi in due gruppi in due stanze separate.

I ricercatori hanno sbattuto un contenitore di plastica rivestito da un elettromagnete. All’interno è stato messo un oggetto composta da tre palline di ferro. Quando si azionava il tutto, la forza magnetica attraeva le palline restringendo il loro movimento cosicchè la scatola non produceva alcun rumore quando veniva scossa. Ovviamente, quando la si scuoteva con l’interruttore spento, allora sì si sentiva lo sferragliare e si lasciava la scatola a testa in sù per mostrarne il contenuto.

I ricercatori hanno proposto che l’evento senza suono e senza oggetto o con rumore e con oggetto fossero associati a leggi fisiche, considerandoli una condizione coerente. Esistono però condizioni incoerenti, come nel caso di un evento senza suono e con l’oggetto e viceversa. Agli animali è stato richiesto di sedersi e stare a guardare entrambi gli eventi, filmando le loro reazioni. Dopo aver analizzato ogni video, i ricercatori hanno scoperto che i gatti capiscono le leggi della fisica. Ora lo dice anche la scienza: questi animali pelosi fissavano più a lungo il contenitore quando faceva del rumore, come se riuscissero a prevedere la presenza di un oggetto al suo interno.

Lo stesso accadeva nel caso di un evento incongruente, come se il fatto non avesse senso per loro. Secondo l’autore capo dello studio, Saho Tagaki, i gatti usano comprensione logico-causale del suono o dei rumori che prevedono l’apparizione di oggetti invisibili. Per chi è ancora scettico riguardo al fatto che i gatti capiscono le leggi della fisica, i ricercatori aggiungono che non è inappropriato collegare direttamente gli eventi coerenti e incoerenti poichè l’effetto principale dell’oggetto adombrerebbe l’effetto dell’infrazione dell’aspettativa. Perciò, l’assenza di una differenza tra queste due condizioni non indebolisce la conclusione dello studio. Ad ogni modo, quest’abilità va di pari passo con lo stile di caccia felina. Adesso, lo dice anche la scienza.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati