Viaggi

I monumenti da visitare assolutamente a Città di San Marino

La Città di San Marino è la capitale del piccolo territorio autonomo omonimo, vi forniamo una breve guida su tutto ciò che c'è da visitare

Fonte: google

San Marino è uno degli stati autonomi più piccoli presenti in Italia. Situato in Emilia Romagna e confinante con paesini come Borgo Maggiore, Chiesanuovo e Fiorentino, San Marino nasce sul monte Titano. Meta di grande turismo, soprattutto estivo, il terzo territorio europeo più piccolo è ricordato anche per la sua affascinante storia.

La leggenda di San Marino, infatti, vede il paese nascere dalle gesta del santo, da cui prende il nome, sulle vette del Titano. Di origini dalmate, l’uomo sarebbe il capostipite della città fondata su valori come il pacifismo e il cristianesimo. Indipendente e autonoma, San Marino è parte del Patrimonio protetto dall’ONU.

Monte Titano

E’ proprio questo il nome del monte che è alle basi della Città di San Marino. A 500 metri sopra il livello del mare, il Monte Titano originariamente era ricoperto dalle acqua dell’Adriatico, che ha lasciato su di esso molti ritrovamenti fossili. La storia vede la nascita del monte dopo diversi terremoti che hanno sollevato una grande roccia, facendola sommergere dal mare e dando vita a due monti: il Titano e il Fumaiolo.
Il Titano è importante a livello geografico anche per essere la sorgente dei fiumi Marecchia, Cando e Ausa.

La Prima Torre

La Città di San Marino è caratterizzata da moltissimi monumenti che attestano la sua peculiarità storica. Uno di questi è proprio la Prima Torre, ricordata anche con il nome di Guaita o La Rocca. Proprio da questi nomi deriva il significato della funzione della costruzione, ovvero quello di fare la guardia alla città. La torre è stata sottoposta a numerosi restauri per renderla accessibile al pubblico. All’interno della Prima Torre (raffigurata sul retro dei 5 centesimi) è possibile trovare, oltre a una cappella dedicata a Santa Barbara, anche delle prigioni utilizzate fino agli anni ’70.

Basilica di San Marino

Al Divino Marino, patrono e portatore di libertà. Il Senato e il popolo. È questa la suggestiva scritta presente sulla facciata della principale chiesa presente a San Marino.
La basilica, costruita nel Domus Plebis (la grande piazza del paese) è curiosamente ricordata dai cittadini di San Marino anche per essere presente sulle monete di dieci centesimi circolanti all’interno della città.

La chiesa, la cui costruzione è attestata intorno al 530, ha subito durante la prima metà dell’ottocento molteplici restauri: nel 1807 (quando hanno abbattuto gran parte della costruzione), nel 1826 (quando ebbe effettivamente inizio la ricostruzione) e cento anni dopo, quando fu nominata Basilica Minore.

Piazza della Libertà e Museo della tortura

La piazza della Libertà è la piazza più importante di San Marino e ospita il Palazzo Pubblico e la Statua della Libertà.
Apprezzatissima dai turisti, in quanto fonte di un panorama stupendo sulla valle romagnola, è ricca anche di ristoranti tradizionali.

Il Museo della Tortura è uno dei musei più particolari e interessanti d’Italia, dove il tema centrale è il dolore e attraverso il quale si ripercorre la storia dell’umanità. Con più di cento strumenti di tortura e tramite spiegazioni tecniche, storiche e scientifiche si può entrare in contatto con il lato più brutale dell’uomo.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati