0, 0, 0, 0, 0, 1, 0 trend

I probiotici dello yogurt alleviano la depressione

Lo yogurt può alleviare la depressione: ecco l'incredibile scoperta scientifica

Fonte: Pixabay

Con il termine Lactobacillus s’intende una categoria di batteri, non patogeni, capaci di convertire lattosio e zucchero in acido lattico. Sono presenti anche all’interno dell’organismo umano. In linea di massima però sono molto presenti in alimenti quali yogurt. Una ricerca scientifica recente ha fatto una scoperta davvero importante relativa a questi alimenti. Gli yogurt ricchi di probiotici, ossia Lactobacillus, alleviano i sintomi della depressione.

La ricerca, pubblicata su una rivista specializzata, tale Scientific Reports, inoltre ha dimostrato che quest’abitudine alimentare non comporta controindicazioni. I ricercatori americani hanno analizzato alcune cavie da laboratorio. Gli studiosi hanno controllato la composizione microbiotica dell’intestino dei topi. Quando all’interno di questi organi si riduce il livello di Lactobacillus negli animali si manifesta la depressione.

Il motivo

I proibiotici presenti in alcuni yogurt regolano il livello di chinurenina. Si tratta di un metabolita del sangue, maggior responsabile della depressione. Minore era il livello di Lactobacillus nell’intestino dei ratti, maggiore era quello di chinurenina presente nel loro sangue. Anche l’ansia si regola su questo rapporto. Dunque, anche questo male può essere combattuto tramite assunzione di yogurt.

I ricercatori ora si sono posti il problema se ciò accadesse anche sugli esseri umani o meno. Per questa ragione sono già stati programmati degli studi a riguardo. Vedremo se la teoria sarà confermata o se lo yogurt sia responsabile solo della cura della depressione dei topi.

Ansia e depressione

Chi soffre di depressione ed ansia non ha un controllo saldo sul proprio intestino e sulla propria vescica. Questa è una delle 5 cose che in pochi sanno su queste patologie. Come tutte le malattie psichiche, anche queste sono difficili da comprendere e da gestire. Può capitare, infatti, di ritrovarsi a parlare con una persona e infastidirsi perché racconta sempre le stesse cose. Questo è un chiaro segnale che soffre d’ansia o depressione.

In molti si sono sempre chiesti se determinate patologie siano genetiche o meno. In realtà l’errore sta nel considerare questi geni come una condanna dell’individuo ad un’instabilità mentale. Non bisogna mai dimenticare che si parla sempre di predisposizione e mai di una malattia innata come se fosse una deformazione genetica. I geni della felicità sono stati comunque recentemente isolati. Vedremo se tutte queste scoperte potranno rendere la vita degli individui migliore in futuro.

TAG:

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti