Imperdibili

I ragazzi italiani sono i più grassi d'Europa, allarme OMS

Secondo l'OMS, i ragazzi italiani sono i più grassi d'Europa. Il problema è imputabile allo scarso movimento e all'abuso di cibi grassi e di bevande zuccherate

I ragazzi italiani sono i più grassi e i più pigri d’Europa. Questo è ciò che emerge dal rapporto dell’OMS sul livello di obesità infantile nel mondo, che ha analizzato i dati raccolti tra il 2013 ed il 2014. Tra i giovani, in età compresa tra gli 11 ed i 13 anni, risulta obeso o in sovrappeso il 30% degli individui, mentre tra i quindicenni il numero degli adolescenti obesi scende al 25%.

Il livello di attività fisica svolto dai ragazzi italiani, inoltre, appare insufficiente: soltanto l’11% dei maschi ed il 5% delle femmine svolge almeno un’ora di attività fisica giornaliera. La sovralimentazione e lo scarso movimento fisico, hanno così determinato un vertiginoso aumento dei livelli di obesità nei teenager italiani, ma la situazione è grave in tutto il mondo sviluppato. Dal 1990 al 2014, infatti, il numero dei ragazzi in situazione di eccesso ponderale è raddoppiato, raggiungendo la quota di 15,5 milioni di individui.

Per contrastare il problema, servono misure eccezionali: l’OMS ritiene necessario porre un freno alle strategie di marketing dei cibi ricchi di grassi e zuccheri e propone l’introduzione di un sistema di tassazione che scoraggi l’assunzione eccessiva di bevande zuccherate. Bisogna, inoltre, abituare i ragazzi a prediligere i cibi più sani, come frutta e verdura, promuovendo l’educazione alimentare all’interno delle scuole.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati