Lifestyle

Idropulitrice: un'alleata contro lo sporco più resistente

Con la sola forza dell'acqua, l'idropulitrice offre una soluzione concreta a tutti i tipi d'incrostazioni. Ecco tutto quello che c'è da sapere per avere ambienti più puliti

Fonte: google

Se volete rimuovere lo sporco e le incrostazioni da qualsiasi superficie solida ed avete bisogno di un prodotto in grado di effettuare una pulizia profonda e minuziosa, dovete necessariamente affidarvi all’uso di una idropulitrice, con la quale riuscirete a ottenere risultati eccellenti risparmiando una notevole quantità di tempo.

L’unico fluido di pulizia impiegato dall’idropulitrice professionale è – come suggerisce lo stesso nome – l’acqua, che rimuove lo sporco grazie all’elevata pressione esercitata sulle superfici. L’idropulitrice professionale può essere alimentata a benzina o gasolio, oppure a corrente elettrica, ma ve ne sono molte altre in grado di funzionare con semplice alimentazione di acqua calda.

Diversi modelli permettono di riscaldare, invece, l’acqua utilizzata fino a farla diventare vapore, mentre altri permettono di utilizzare per una pulizia profonda anche prodotti chimici.
L’idropulitrice è composta da una pompa dell’acqua ad alta pressione, un tubo che sopporta una pressione fino a 300 bar, una lancia con ugello e un motore elettrico oppure endotermico. In base alla potenza del motore, è possibile esercitare un getto potentissimo e concentrato anche su piccole superfici, particolarmente adatto a rimuovere a fondo lo sporco e le incrostazioni più ostinate.

Il corretto equilibrio tra pressione, portata, temperatura dell’acqua ed eventuale aggiunta di prodotto chimico è alla base di un risultato di pulizia molto soddisfacente.

I prezzi

Il prezzo di un’ idropulitrice professionale varia in base alla portata d’acqua e alla pressione esercitata: per quanto riguarda la portata in acqua essa oscilla dai 4 ai 100 litri al minuto, e relativamente alle idropulitrici utilizzate nella pulizia domestica le pressioni possono oscillare da 80 e 200 bar.
Se stiamo cercando un’idropulitrice per pulire a fondo la nostra casa, cercando in rete se ne possono trovare a partire da 75 – 80 euro, ma si tratta di modelli veramente “spartani”. Per un’idropulitrice davvero efficace e che non ci lasci scontente dei risultati dobbiamo considerare quelle il cui costo si aggira intorno ai 110 euro, questo per quello che concerne le idropulitrici alimentate ad acqua.

Per quanto riguarda invece quelle con motore a scoppio, alimentate a benzina, hanno prezzi che variano tra i 290 e i 900 euro, mentre quelle ad acqua calda costano dai 480 ai 1100 euro circa.

Il funzionamento

Il funzionamento di un’idropulitrice professionale varia in base al modello e al tipo di alimentazione. Come abbiamo detto, ve ne sono alcune che funzionano ad acqua fredda, altre dotate di un sistema in grado di riscaldare l’acqua che si andrà poi ad utilizzare per la pulizia, altre ancora funzionano invece a benzina, a gasolio o a corrente elettrica.
L’idropulitrice ha un meccanismo di funzionamento abbastanza semplice: il motore fa girare una pompa ad alta pressione che tramite dei pistoni in acciaio o ceramica aziona la pressione dell’acqua, regolabile tramite una valvola che da la possibilità di variarne il riciclo interno, anche se questa non è consigliabile perché l’aumento della temperatura ne potrebbe usurare gli ingranaggi interni.

Se vi è una caldaia montata a bordo macchina l’acqua può essere riscaldata prima di percorrere il tubo e fuoriuscire dall’ugello, anche questo calibrato in base alla portata dell’acqua e alla sua pressione. Maggiore è la forza del getto, più incisiva risulterà essere la pulizia della superficie da trattare.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati