Tech

Il computer più piccolo del mondo ha le dimensioni di un chicco di riso

Il computer più piccolo del mondo si chiama Michigan Micro Mote (M^3). Si tratta di una vera e propria rivoluzione nel campo della tecnologia

Fonte: flickr.com

Il computer più piccolo del mondo è stato creato dai docenti dell’University of Michigan (David Blaauw, Dennis Sylvester, David Wentzloff, Prabal Dutta), insieme ad alcuni studenti che si sono distinti maggiormente. Di recente non si fa altro che parlare di questa nuova scoperta denominata Michigan Micro Mote (M^3). Ma di che cosa si tratta nello specifico? Questo micro computer che ha le dimensioni pari ad un millimetro cubo, potrebbe essere capace di realizzare tutte quelle funzioni che siamo soliti effettuare con un PC tradizionale. Dunque si tratterebbe di un passo in avanti davvero rivoluzionario nel mondo della tecnologia moderna.

Per quale scopo realizzare il computer più piccolo del mondo? Gli scienziati hanno dichiarato alla stampa di essere decisi ad introdurlo in svariati settori. Potrebbe ad esempio rivelarsi un sostegno importante anche nel campo della medicina, ma si pensa anche alla possibilità di adoperarlo con ottimi risultati anche nel settore industriale. Certamente l’idea di dare vita a questo minuscolo computer non è stato assolutamente facile. Secondo i docenti del Michingan, i computer di oggi devono essere di piccole dimensioni perché possano percepire il mondo senza essere invasivi.

Per ideare il computer più piccolo del mondo, i ricercatori dell’University of Michigan sono partiti dal ridurre al minimo i consumi: è infatti necessario che tali realtà, proprio per le loro dimensioni, funzionino con una bassa potenza. Anche l’M^3 è ovviamente alimentato da una batteria, anche se è davvero microscopica. Questa viene a sua volta ricaricata attraverso l’energia solare. Per quanto riguarda i dati da elaborare, sembra che vengano inviati sempre tramite la luce ad alta frequenza e che possano essere raccolti e trasmessi fino a 2 metri di distanza.

Da parte sua il professore Wentzloff sta lavorando con grande impegno per aumentare la capacità di comunicare a lunga distanza. Il computer più piccolo del mondo è formato da più strati sovrapposti che vanno dalle celle solari al sensore di temperatura, fino allo strato di memoria. Tra le curiosità: gira la notizia che gli inventori del Michigan Micro Mote sarebbero già pronti per dare vita ad una nuova invenzione. Il loro desiderio? Riuscire a produrre un computer ancora più piccolo dell’ M^3 che porta il nome di Smart Dust, ovvero Polvere Intelligente.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati