Il figlio del ministro Poletti denuncia

Ingiurie e minacce su Facebook

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Bologna, 22 dic. (askanews) – Ingiurie, offese e in alcuni casi anche minacce di morte sul profilo Facebook di Manuel Poletti, giornalista, figlio del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, finito nel dibattito degli ultimi giorni dopo le sue dichiarazioni sui giovani che lasciano l’Italia per cercare un’occupazione.

Manuel Poletti, dopo essere stato bersagliato per due giorni da numerosi attacchi ingiuriosi sul social network, ha deciso di presentarsi alla compagnia dei carabinieri di Faenza per presentare una denuncia e querela. Per ore i militari dell’arma, coadiuvati dai colleghi del reparto operativo di Ravenna (dove ha sede la rivista diretta dal figlio del ministro), hanno ricostruito gli ultimi episodi pubblicati su Facebook.

Si tratta di “pareri” sul suo operato e quello del padre, ma spesso di “ingiurie” e “in alcuni casi anche minacce esplicite contro la sua incolumità”, come hanno spiegato dal comando dei carabinieri di Faenza. “In queste ore, dal primo pomeriggio, abbiamo iniziato le indagini – spiegano i militari dell’arma – separando prima di tutto gli attacchi ingiuriosi dalle minacce e cominciando a verificare i vari profili da cui provenivano le offese; in alcuni casi si può trattare di falsi profili, nelle prossime ore verificheremo. Abbiamo informato l’autorità giudiziaria. Al momento non è prevista una tutela verso la persona di Poletti, ma vedremo come si svilupperà l’indagine”.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti