Tech

Il selfie perfetto è a portata di mano, in sole cinque mosse

Scattare un selfie risulta un'impresa? Ecco 5 semplici consigli da seguire così da avere foto bellissime con o senza ritocchi

Fonte: flickr

L’ultima tendenza del mondo della fotografia è il selfie, ovvero la foto scattata con la fotocamera interna dello smartphone. Farlo non è difficile, ma farlo bene è un’altra cosa. Ecco come evitare di incorrere in errori che possono pregiudicare la buona riuscita dello scatto.

Nello store dello smartphone sono presenti molte app dedicate che, con filtri e con la regolazione manuale di luce e contrasto, contribuiscono alla realizzazione del tanto ambito selfie perfetto: iniziate con lo scaricare quella che vi convince di più. Fatto ciò, avviatela e fatevi qualche scatto, individuando il vostro lato migliore. Provate, inoltre, diverse inquadrature e scegliete quella che nasconde gli eventuali difetti.

Individuati questi due elementi, fatevi belle, scegliendo i giusti accessori che possano valorizzare al meglio il vostro viso. Anche l’abbigliamento è molto importante: optate per uno né troppo casto, né tanto meno per uno esageratamente scollato. Una via di mezzo sarà particolarmente apprezzata dai follower.

In un selfie, l’espressione del viso è fondamentale: lasciate assolutamente perdere la duck-face con le labbra arricciate e altre facce assurde. Scegliete, al contrario, una posa più naturale, con un sorriso smagliante e uno sguardo sicuro di sé. Osate, fate gli occhi da cerbiatta e immaginatevi come delle star sul red carpet.

Specialmente se vi trovate all’aperto, disponetevi in modo tale che la luce del sole non giochi a vostro sfavore. Cercate di evitare, dunque, il controluce e le inquadrature in cui la luminosità è scarsa: le foto con più luce risulteranno le migliori. Volendo, potete modificare il selfie con dei filtri, come il bianco e nero o quello color seppia.

L’ultimo aspetto da considerare è lo sfondo che potrebbe valorizzare, così come rovinare, il vostro scatto. Prestate particolare attenzione a cosa vi circonda e, soprattutto, ai photobombing, ovvero alle persone che, involontariamente o no, potrebbero apparire nell’inquadratura.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati