In quale stato si beve di più al mondo?

Un'indagine ci rileva quanto bevono gli abitanti di ogni nazione del mondo all'anno, Vouchercloud.com ne ha stilato una classifica

Molte nazionalità si contendono lo stereotipo di grandi bevitori: se si pensa alla Russia non può non saltare in mente la Vodka, se si pensa all’Inghilterra sono le atmosfere degli affollati pub a tornarci alla mente, allo stesso modo l’Oktober fest e la birra per la Germania, il vino per Francia e Italia, ma qual è lo stato che guida la classifica dell’alcol consumato per persona?

A fare da capolista è la Moldavia, un piccolo paese dell’est Europa che si affaccia sul Mar Nero, seguita da stati appartenenti alla medesima regione europea, rispettivamente Bielorussia, Lituania, Russia, Repubblica Ceca, Ucraina e, inseritasi insospettabilmente nella top ten, l’Andorra. L’Italia, si posiziona 97esima con 6,1 litri d’alcol pro capite, poco più di un terzo dei moldavi, che primeggiano con 17,4 litri pro capite.

Lo studio e la mappa interattiva

Il dominio Vouchercloud.com ha utilizzato i dati raccolti dalla World Health Organization tra il 2010 e il 2015 per creare una comoda mappa riassuntiva in cui ogni stato del mondo rientra in un determinato range di consumo alcolico.

Osservandola si può notare che le regioni di religione araba chiudono la classifica, si presume appunto per l’obbligo religioso di non bere alcol, e i paesi del nord est europeo sono i maggior consumatori insieme all’Australia. Gli Stati Uniti, cartina di tornasole della cultura occidentale, si posizionano 49esimi con 9 litri d’alcol all’anno per persona, l’equivalente di 558 bottiglie di Budweiser, la birra più diffusa in USA.

Stati “bevitori” in UE

E’ la Lituania a guidare la classifica degli stati che consumano più alcol per persona nell’Unione Europea con ben 16,2 litri, seguita dalla Repubblica Ceca, dove domina la birra a basso costo (se rapportata con i prezzi dell’Europa occidentale) con 14 litri.

Al di fuori dell’Europa orientale guida la classifica la terra del famigerato vino rosso “Porto”, il Portogallo appunto, dodicesimo nella classifica generale con 12,5 litri. I nostri cugini d’oltralpe si classificano ventesimi con 11,6 litri, un consumo quasi doppio a quello degli italiani. Germania e Spagna sono accoppiati al 32esimo e al 33esimo posto nella classifica mondiale, i vicini sloveni, nonostante la fontana di birra gratuita situata nella città di Žalec, si posizionano 29esimi.

Birra, vino o superalcolici?

In Moldavia la maggior parte del consumo è dato da birra e in minor misura da superalcolici, in Italia invece è il vino ad essere più diffuso, seguito a breve distanza dalla birra. Nel Regno Unito (17esimi) il consumo della birra supera del doppio quello del vino, dove vengono consumate circa 408 pinte all’anno, per la modica cifra, si fa per dire, di più di 1200 sterline all’anno a persona: a tal proposito Greg le Tocq, manager di Vouchercloud afferma che gli inglesi risparmierebbero più di 100 sterline se decidessero di non bere per un mese, dato che potrebbe incentivare tutti -dai Moldavi ai Pakistani (ultimi in classifica)- a risparmiare e a migliorare la propria salute.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti