In topless sulla spiaggia. La polizia vieta, il giudice autorizza

Polemiche per un caso di 'topless' su una spiaggia argentina, che ha spinto alcuni poliziotti ad intervenire. Il giudice ha dato ragione alle ragazze

Polemiche in Argentina per un caso di ‘libertà’ in spiaggia: tre ragazze, che stavano prendendo il sole in topless in spiaggia sono state avvicinate da alcuni poliziotti, che le hanno intimato di coprirsi, ritenendole responsabili di ‘atti osceni in luogo pubblico’.

Addirittura, vedendo che le ragazze si rifiutavano di obbedire, i poliziotti hanno chiamato rinforzi, tanto da radunare sulla spiaggia circa una ventina di uomini in uniforme, una richiesta eccessiva e un comportamento che ha suscitato molte proteste da parte dei bagnanti prima e dell’opinione pubblica poi.

Alla fine, tuttavia, il giudice chiamato a dirimere la questione, Mario Julianio, ha autorizzato il topless, andando dunque contro la decisione della polizia e archiviandolo per ‘mancanza di violazione’.

Anzi, lo stesso giudice ha chiesto maggiore ‘prudenza’ alla polizia nel limitare quello che è stato considerato non un atto osceno ma un attacco alla libertà personale.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti