Incredibile a Crotone: la Juventus arriva, ma con il pullman dell'Inter

Si apre con un clamoroso episodio il recupero della 18esima giornata di serie A.

Crotone-Juventus, così come Bologna-Milan, non si erano disputate perché bianconeri e rossoneri, in quella settimana, si trovavano a Doha, in Qatar, per giocare la Supercoppa italiana.

Mercoledì è il giorno prefissato per i recuperi di quella 18esima giornata di serie A, con la Vecchia Signora di scena allo stadio Ezio Scida alle ore 18. Visti i tanti tifosi della Juventus in quel di Crotone e dintorni, quando la squadra di Massimiliano Allegri ha fatto il suo ingresso nella città pitagorica, a bordo del pullman, l’entusiasmo è subito schizzato alle stelle: in particolare centinaia di tifosi hanno aspettato per ore i bianconeri lungo la statale 106 e anche davanti e nei pressi dell’albergo dove alloggiano i campioni d’Italia per questa trasferta per andare a caccia di autografi e di selfie, soprattutto con Buffon e Dybala, i più gettonati soprattutto tra gli appassionati di calcio più piccoli.

In particolare la strada, molto affollata, è stata chiusa dalle forze dell’ordine – carabinieri, polizia e Anas – che hanno garantito lo svolgersi della manifestazione ‘d’accoglienza’ in totale tranquillità e sicurezza. Ma proprio in strada, quando il bus con a bordo la Juventus è arrivato, è stato impossibile non notare la clamorosa gaffe accaduta: sui lati del pullman, infatti, campeggiava ben visibile la scritta “Inter”.

No, la società meneghina non ha giocato alcun colpo mancino e la proprietà della società di autotrasporti non è interista (perlomeno non risulta) e pertanto non è stato uno scherzo. Semplicemente l’azienda di autolinee con sede a Trebisacce si chiama Inter Saj. Curioso, tra l’altro, che sia successo proprio a pochi giorni dal ‘derby d’Italia’ deciso dalla rete di Cuadrado.

Non appena scesi dal pullman, comunque, non si sa se consapevoli dell’incredibile gaffe, i giocatori della Juventus sono schizzati nelle loro camere di albergo mentre i tifosi sono rimasti ancora a lungo a incitarli all’ingresso.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti