Gli incredibili segni del gelo sulle mani del canottiere olimpico

Il canottiere olimpico Alex Gregory ha mostrato sui social lo stato delle sue mani dopo una spedizione nell'Artico, fra ghiacci e acqua gelida

Fonte: Twitter

Vesciche e bolle sono i segni lasciati dal gelo dell’Artico sulle mani del canottiere olimpico Alex Gregory. Lo sportivo ha svelato su Twitter le conseguenze della sua ultima impresa, che l’ha portato in canoa nel Mar Glaciale Artico.

Gregory era partito fra i ghiacci con il suo team, The Polar Row, per realizzare una spedizione unica al mondo e raccogliere fondi a favore della costruzione di una scuola nella regione dell’Himalaya. L’iniziativa però è stata interrotta, per preservare la salute dei partecipanti, particolarmente provati dalle temperature glaciali dell’Artico e dalle condizioni meteo non proprio favorevoli.

Pochi giorni prima dell’annuncio il canottiere britannico ha pubblicato su Twitter una foto delle sue mani, per raccontare la sofferenza provata nel corso della spedizione e gli effetti del freddo sul proprio corpo. Nello scatto apparso sui social si vede una mano “consumata” dal gelo e dall’acqua ghiacciata, con vesciche, bolle e ferite.

“Le mie mani dopo aver trascorso così tanto tempo nei guanti bagnati. L’acqua e l’umido penetrato nella pelle” ha scritto il campione olimpico, sottolineando come l’attrezzatura sportiva sia servita a poco contro le rigide temperature registrate in quei territori ostili. L’immagine delle mani, davvero impressionante, è diventata in breve tempo virale e ha fatto il giro del web. In tanti hanno commentato lo scatto, sottolineando come rappresenti la sofferenza di tutti quegli sportivi che si allenano con coraggio e forza di volontà, andando persino contro il proprio corpo.

Alex Gregory ha vinto la medaglia d’oro nel 4 senza a Londra 2012 e a Rio de Janeiro nel 2016. Poche settimane dopo essere tornato a casa, il canottiere ha pubblicato un’altra foto delle sue mani, guarite in breve tempo. “Due settimane lontano dalla canoa e le mani stanno meglio – ha scritto lo sportivo commentando lo scatto -. Sono tornate normali in pochissimo tempo, la pelle è davvero qualcosa di straordinario”.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti