0, 0, 0, 0, 0, 1, 0 trend

In India arriva il ministro delle mucche

In India il premier ha proposto la creazione di un ministro delle mucche, che dovrà proteggere e aiutare questi animali sacri

In India potrebbe presto arrivare il primo ministro delle mucche. A lanciare l’idea è stato Narenda Modi, premier indiano, che nel corso della sua campagna elettorale aveva espresso più volte la volontà di tutelare questi animali. Per il primo ministro si tratta di una questione sia religiosa che legata alla salute pubblica.

L’annuncio di Modi ha diviso la popolazione in India, causando polemiche e dibattiti dentro e fuori dal paese. L’elettorato induista e i sostenitori del premier hanno lodato l’iniziativa, in tanti però sono convinti che le questioni prioritarie sarebbero altre. La decisione del premier è stata annunciata dal presidente del partito nazionalista hindu. Il regolamento verrà applicato inizialmente nell’Uttar Pradesh, una zona dell’India in cui il primo ministro è un grande sostenitore della tutela delle mucche, considerati da sempre animali sacri secondo la religione induista.

L’idea era partita dal Vishwa Hindu Parishad, un’importante organizzazione induista radicale. Più di una volta il Vhp ha chiesto di ottenere il divieto di uccisione, consumo e vendita della carne bovina. Tutto per proteggere gli animali, considerati a rischio di estinzione. In India la decisione di creare un ministro per le mucche, ha creato non poche polemiche. Secondo la stampa infatti le questioni prioritarie nel paese sarebbero altre, in particolare la necessità di creare infrastrutture, combattere le tensioni sociali, la povertà e la sanità. Ma non è finita qui, perché Modi è stato anche accusato più di una volta di essere anti-islamico e di voler diffondere una visione che sia indu-centrica.

In India la religione prevalente è quella induista, ma è presente anche una grande comunità musulmana, che lavora nell’industria del pellame e consuma carne. I due gruppi si sono scontrati più di una volta, spesso anche con esiti violenti e diverse vittime. La nascita di un ministero delle mucche, secondo gli osservatori, potrebbe estremizzare le tensioni. Il governo indiano nonostante ciò sta continuando a difendersi affermando che la scelta non avrebbe solo una valenza religiosa. Spesso infatti le mucche vagano per strada, provocando incidenti e causando malattie. In tutto il paese sono nati, proprio per questo motivo, dei luoghi di ricovero, denominati Gaushala, in cui questi animali vengono accuditi.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti