Viaggi

Informazioni su Tirana, la bellissima capitale dell'Albania

Tutto quello che c'è da sapere su questa città albanese: dalla posizione geografica alle caratteristiche climatiche fino ai maggiori luoghi di interesse e tradizioni locali

Fonte: google

Tirana, Tirona nella lingua locale, è la capitale dell’Albania e con i suoi 610.080 abitanti è anche la città più popolata. Questa città ospita diverse istituzioni pubbliche ed è un vero e proprio centro politico, culturale e amministrativo. Qui si trovano per esempio l’Accademia Militare, l’Università, l’Accademia delle Scienze Albanese, ben 8 biblioteche pubbliche e 5 musei.

Tra i siti culturali più importanti ricordiamo la Chiesa di Kroit, il Campanile Torre dell’Orologio della prima metà dell’800, oppure ancora la Cattedrale ortodossa della Resurrezione di Cristo. Altrettanto importanti sono Piramida, un museo dedicato al dittatore albanese Enver Hoxha, e la Campana della Pace costruita in ricordo degli anni post-comunismo. Infine, non meno importante e caratteristico, c’è il mercato centrale che offre prodotti tipici albanesi.

Mappa

Tirana è nel cuore dell’Albania, in una valle circondata da montagne e colline e attraversata dal fiume Lana. Il territorio conta quattro laghi artificiali tra qui i più noti Kodër-Kamëz e Tufina. A nord-ovest della città si trova Elbasan a circa 40 chilometri di distanza. Nella zona est c’è invece la località di Durazzo.

Clima

Tirana presenta un clima mediterraneo. Il periodo estivo è generalmente caldo e soleggiato, mentre quello invernale risulta mite e con precipitazioni abbondanti soprattutto nei mesi compresi tra ottobre e giugno. Spostandosi nei pressi della pianura, il clima diventa continentale con temperature più rigide. A gennaio si può arrivare ai 5 gradi.

Storia

Tirana, dal latino Theranda, è stata fondata nel 1614 e solo nel 1920 dichiarata capitale dell’Albania. Nella storia della città si trovano tracce bizantine, evidenti in alcuni monumenti come la Fortezza di Giustiniano. Durante la dominazione turca, terminata nel 1912, vennero costruite diverse moschee, bazar, minareti e madrase.

La seconda metà del 1900 vede il governo comunista di Enver Hoxha e l’influenza di Cina e Unione Sovietica. Attualmente la città di Tirana presenta uno stile prevalentemente occidentale con alcuni monumenti che ricordano le tradizioni italiana e austro-ungarica. Un punto decisamente a favore di questa città è la presenza di numerose aree verdi lungo tutto il territorio.

Curiosità

Lo sapevate che in Albania la primavera si festeggia il 14 Marzo? Oppure che esiste una festività dedicata agli insegnanti? Questo ultimo caso è piuttosto curioso. Celebrata il 7 marzo, questa giornata vuol ricordare la costruzione della prima scuola albanese avvenuta il 7 marzo del 1887 a Korçё.

Nello specifico, questa festa è dedicata alla figura di Petro Nini Laurasi, oggi ricordato come martire in quanto lottò perché venisse riconosciuto il valore della cultura e quindi l’importanza di un’istituzione quale è la scuola. Ancora oggi, però, l’istruzione è vista come scelta opzionale. Molte famiglie, infatti, sono restie a mandare i propri figli tra i banchi di scuola, specialmente se femmine.

Tra i regali più gettonati, ci sono senza dubbio i disegni fatti a mano dai bambini, le mimose oppure qualche dolcetto, uno fra tutti l’llokume. Si tratta di un dolce dalla consistenza gelatinosa e preparato con zucchero, amido, acqua di rose alle quali si possono aggiungere pistacchi, menta, cannella, farina di cocco oppure semplice zucchero a velo.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati