0, 2, 0, 2, 1, 0, 0 trend

Insinna vende la sua barca e dona tutto alla comunità Sant'Egidio

Flavio Insinna ha deciso di vendere la sua barca e di donare il ricavato alla comunità di Sant'Egidio

Flavio Insinna torna a far parlare di sè, ma questa volta non per gli scontri con “Striscia la Notizia”, bensì per un atto di solidarietà. Secondo alcune notizie infatti il conduttore avrebbe deciso di vendere la sua barca, donando il ricavato alla comunità di Sant’Egidio.

La barca, a cui Insinna era molto legato, era stata soprannominata Roxana ed è un natante di 15 metri. Il 52enne avrebbe deciso di metterla in vendita, cedendola ad un compratore anonimo per la cifra di 185 mila euro. Un bel gruzzoletto, che sarebbe arrivato direttamente nelle mani della comunità. Il gesto di solidarietà sarebbe stato tenuto segreto dal conduttore romano sino ad oggi, quando tutti hanno scoperto la vicenda, su cui Insinna aveva voluto mantenere la massima riservatezza.

Non è la prima volta che Roxana, la barca del conduttore, viene utilizzata per fare del bene. Nell’autunno del 2015 Insinna aveva deciso di prestarla a Medici Senza Frontiere per utilizzarla nel mar Egeo. L’imbarcazione era stata utilizzata nella zona fra le coste turche e le isole della Grecia per aiutare i profughi siriani in fuga dalla guerra. Oggi la rotta è stata chiusa e Medici Senza Frontiere ha scelto di restituire la barca. Insinna però non ha voluto tenerla per sé, ma ha scelto di venderla per finanziare le attività della comunità di Sant’Egidio. Secondo alcune indiscrezioni trapelate in queste ore, i soldi serviranno ad aprire un corridoio umanitario per portare dal Libano all’Italia alcune famiglie di profughi in fuga dalla Siria.

Dopo lo scandalo dei fuori onda trasmessi da “Striscia la Notizia”, le accuse sul web e le minacce di querele, Flavio Insinna era sparito dalla circolazione. Il conduttore non è nuovo a gesti del genere, anche in passato aveva tentato di fare del bene per i meno fortunati, tenendo però sempre nascoste queste sue attività e preferendo fare beneficenza in silenzio.

Storie dal web

Lascia un commento

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti