Sport

Inter, o meglio Internazionale FC, la storia dei successi del club milanese

Nata per volere di un gruppo di dissidenti del Milan, l'Internazionale FC è una delle società più vincenti della storia del calcio italiano, l'unica ad aver conquistato il "triplete"

Fonte: flickr

La storia dell’Internazionale Football Club ebbe inizio nel 1908 quando 44 dirigenti del Milan Football and Cricket Club, in disaccordo con la politica del club, decisero di fondare una nuova società. Scelsero il nero e l’azzurro come colori distintivi.

Il primo presidente della storia dell’Inter fu Giovanni Paramithiotti. Il primo capitano della squadra fu Hernst Maktl, che fu anche, in precedenza, uno dei fondatori del Milan. Il primo successo arrivò nel 1910 con la conquista dello scudetto. Per il secondo alloro bisogna attendere fino al 1920 con la ripresa dell’attività sportiva interrotta a causa della prima guerra mondiale.

Durante il ventennio fascista la società dovette modificare il proprio nome per motivi politici. La sua denominazione divenne Società sportiva Ambrosiana, poi, nel 1931, mutata in Ambrosiana Inter. In questo periodo arrivano altri 3 scudetti e una Coppa Italia. Nel 1945 l’allora presidente Carlo Masseroni decise di tornare al nome originario di Internazionale. Quelle successive furono stagioni che non regalarono molte soddisfazioni ai suoi tifosi.

Negli anni Cinquanta sotto la guida di Alfredo Foni arrivano gli scudetti del 1952-1953 e del 1953-1954. L’anno successivo arriva il nuovo presidente Angelo Moratti. Fu lui a portare Helenio Herrera sulla panchina nerazzurra e a dare il via all’era della Grande Inter. La squadra vinse tre campionati, due Coppe dei Campioni e due Intercontinentali. Questo periodo durò fino al 1968 con l’avvicendamento alla presidenza di Ivanoe Fraizzoli. Lo scudetto successivo arrivò nel 1971. Nel 1978 l’Inter vinse la Coppa Italia e nel 1980 un nuovo scudetto.

Ernesto Pellegrini diventa presidente nel 1984 e cinque anni più tardi, con Trapattoni come allenatore, l’Inter vince lo scudetto dei record ottenendo 58 punti, un primato per il campionato che assegnava due punti a vittoria. Negli anni Novanta arrivano tre vittorie in Coppa Uefa. Con Massimo Moratti alla presidenza e Roberto Mancini in panchina l’Inter vince tre scudetti, due Coppe Italia e due Supercoppe Italiane. Con José Mourinho come allenatore l’Inter conquistò (unica in Italia) nella stessa stagione campionato, Coppa Italia e Champions League. Il 15 novembre 2013, Massimo Moratti cede le quote di maggioranza del club all’indonesiano Erik Thoir che diventa il nuovo presidente.

Guarda anche:
Lascia un commento

I più cliccati